Disadvantages of VPN featured

Svantaggi delle VPN

Ultima modifica: 30 Aprile 2020
Tempo di lettura: 9 minuti, 53 secondi

Le VPN possono sembrare la soluzione perfetta per molti problemi di privacy online. Dopo tutto una VPN nasconde il tuo indirizzo IP, cripta i tuoi dati e aggira i blocchi dei contenuti legati all’indirizzo IP. In sintesi ti offre sicurezza, anonimato e libertà.

Ma le VPN hanno anche i loro svantaggi. Continuando a leggere scoprirai quali sono i potenziali svantaggi di una VPN, e qual è l’esatta differenza tra VPN gratuite e a pagamento.

Alcuni svantaggi comuni dei servizi VPN

Una connessione VPN può influire sul tuo utilizzo di internet in vari modi. Eccone alcuni dei più comuni:

  • Connessione internet più lenta
  • Specifici blocchi dei servizi VPN (ad esempio da parte di Netflix)
  • Uso illegale delle VPN
  • Incertezza sull’affidabilità della crittografia della VPN
  • Registrazione delle informazioni di navigazione e potenziale rivendita a terze parti
  • Interruzioni della connessione
  • Ingiustificata sensazione di impunità online
  • VPN gratuite: a volte è peggio averle che esserne sprovvisti

Di seguito troverai una spiegazione più dettagliata su ciascuno di questi esempi. Ti indicheremo perché potresti sperimentare una diminuzione della velocità e in che modo una VPN può causarti dei blocchi. Inoltre, troverai informazioni sulla legalità delle VPN in vari paesi. Cercheremo anche di aiutarti con le difficoltà che puoi incontrare nel valutare la sicurezza di una VPN e nel testare in che misura ti renda davvero anonimo. Possiamo aiutarti a evitare molti di questi problemi suggerendoti un provider adatto. Ma alcuni possono incidere notevolmente sulla tua esperienza con le VPN. Informati prima di fare un abbonamento, in modo da non restare deluso. Se sei semplicemente in cerca di una VPN di ottima qualità e vuoi evitare molti dei potenziali svantaggi delle VPN, investi in un servizio come ExpressVPN: ne vale la pena. Costa diversi euro al mese, ma in cambio ottieni un ottimo servizio.

ExpressVPN
La nostra scelta
La nostra scelta
Promozione:
3 mesi gratis con un abbonamento di un anno
9.5
  • VPN super veloce e semplice
  • Perfetta per navigazione anonima, download e streaming
  • 3000+ server in 94 paesi
Visita ExpressVPN

A seconda del provider prescelto, potresti sperimentare svantaggi specifici. Per essere sicuro di non avere brutte sorprese, leggi la nostra recensione sulla VPN che hai intenzione di acquistare.

Una VPN può ridurre la tua velocità

Poiché con le VPN la connessione a internet viene reinstradata e criptata tramite il server VPN, la tua connessione a internet potrebbe risultare leggermente rallentata. Perciò è importante che nel provare una VPN ne controlli la velocità. Puoi trovare un’ampia sezione sulla velocità in tutte le nostre recensioni. La maggior parte dei servizi VPN premium, come NordVPN ed ExpressVPN, non ti causerà un rallentamento eccessivo di internet, ma raramente la velocità rimarrà inalterata.

La maggior parte degli utenti di internet non noterà la differenza. Ma chi compie attività online che necessitano di una connessione veloce può avere problemi se sceglie la VPN sbagliata. Ad esempio, per i giochi online multi-player, i gamer dovrebbero cercare le migliori VPN per il gioco, così da essere sicuri di non sperimentare alcun lag o tempo di latenza.

Puoi rischiare di essere bloccato da alcuni servizi

Netflix logo

Alcuni servizi scoraggiano l’uso di una VPN. Di solito questo significa che esistono contenuti a cui è vietato l’accesso, a cui però si riesce ad accedere con una VPN. Ad esempio, alcuni governi bloccano determinati contenuti per i loro cittadini ritenendo che siano inappropriati o minaccino i loro valori. Oppure talvolta dei provider di contenuti bloccano gli utenti di paesi esteri che non hanno pagato parte del canone di licenza. Questo è il caso del BBC iPlayer. Si può utilizzare una VPN per aggirare tali restrizioni e accedere comunque ai contenuti. Per questo motivo, le VPN non sono molto amate dai governi in questione. Di conseguenza può essere disposto persino il blocco generale di tutte le VPN.

Le VPN sono bloccate anche da servizi di streaming come Netflix e Hulu. Tali aziende, avendo contratti con distributori di film che permettono loro di mostrare contenuti solo in determinati paesi, hanno iniziato a prendere di mira le VPN. Con le VPN, le persone accedono ai contenuti di un altro paese su questi servizi di streaming. Ma Netflix può non avere i diritti per mostrare tali contenuti nel tuo paese, perciò combatte l’uso delle VPN. Lo fa bloccando quegli indirizzi IP da cui moltissime persone accedono al servizio simultaneamente. Ad esempio, un indirizzo IP condiviso tramite cui più utenti accedono  a Netflix contemporaneamente. Questo può essere molto fastidioso se vuoi solo guardare un film. Fortunatamente, esistono alcuni provider VPN che garantiscono sempre un server utilizzabile per guardare Netflix. Se vuoi una VPN premium che ti permetta di utilizzare Netflix, dai un’occhiata a ExpressVPN.

Una VPN non è legale in tutti i paesi

L’uso di una VPN può essere considerato “sospetto”, ma è legale quasi in tutti i paesi. In effetti la maggior parte delle grandi aziende e società utilizza una VPN per motivi di sicurezza. Esistono delle eccezioni però. Alcuni paesi vogliono avere il controllo completo su ciò che i loro cittadini possono vedere in internet. Poiché una VPN può essere utilizzata per aggirare la censura governativa, il suo uso è illegale in alcuni paesi totalitari.

In paesi come la Russia o la Cina, è possibile utilizzare solo le VPN approvate dal governo. L’uso delle VPN non è necessariamente illegale lì, ma lo Stato vuole averne il controllo. Alcuni fornitori di VPN di qualità come NordVPN tuttavia, hanno sviluppato speciali “server offuscati” che dovrebbero essere utilizzabili in paesi come la Cina, malgrado il divieto del governo. In altri paesi come la Corea del Nord, l’uso di una VPN è del tutto vietato, il che significa che non è consentito utilizzare una VPN. Ma questo per te è un problema solo se vivi in uno dei paesi che limitano o impediscono l’uso delle VPN.

È difficile per i consumatori controllare la qualità della crittografia

Può essere difficile scoprire se i provider VPN mantengono fede alle loro promesse. Spesso si scopre che non lo fanno solo quando qualcosa va storto. Infatti l’utente medio di PC non conosce la crittografia. Ma il servizio che viene fornito è davvero così sicuro? Indubbiamente le recensioni sono molto importanti in questo settore. Prima di sottoscrivere un abbonamento con un provider VPN, conviene leggere alcune recensioni (degli utenti).

Nelle nostre recensioni, puoi scoprire quali log un provider afferma di conservare. E puoi trovare maggiori informazioni sulla complessiva qualità e sicurezza della VPN. Il tutto, con una breve spiegazione sui protocolli e sui tipi di crittografia utilizzati dal provider VPN. Puoi trovare recensioni sui principali provider di VPN  nel nostro sito web. Forse vorrai dare un’occhiata alle nostre VPN più consigliate.

Registrazione delle informazioni di navigazione e potenziale rivendita a terze parti

L’idea nel fare un abbonamento con un provider VPN è di instradare il tuo traffico internet sui suoi server. La VPN cripta i tuoi dati e in più ti permette di utilizzare uno dei suoi numerosi server per nascondere il tuo indirizzo IP. Questo significa che devi avere fiducia nel tuo provider VPN, sapendo che non abuserà dei dati che transitano nei suoi server. Essenzialmente ciò che acquisti è la sicurezza e l’anonimato. Molti provider VPN stanno ai patti e ignorano completamente i tuoi dati personali.  Non registrano ciò che fai e non memorizzano i tuoi dati.

Invece altri provider VPN registrano i tuoi dati. Molte VPN gratuite lo fanno (ne parleremo più avanti). E alcuni provider chiariscono nel loro accordo di licenza che potrebbero farlo. È chiaro che ciò vanifica completamente l’uso di un servizio VPN. Eppure i peggiori trasgressori non sono questi. I casi davvero allarmanti sono quelli dei provider VPN a pagamento che affermano di non conservare i log, ma poi si scopre che lo fanno. Ad esempio, a un provider VPN (HideMyAss) è stato chiesto dall’FBI di fornire informazioni su uno dei suoi clienti per il sospetto di attività illegali nel dark web. Anche se inizialmente l’azienda ha rifiutato, alla fine ha consegnato log molto specifici sull’utente, compresi orari di accesso, download, utilizzo di banda, ecc.

Questo racconto ammonitore ci ricorda ancora una volta che prima di sottoscrivere un abbonamento con un provider VPN, dovremmo esaminare più fonti e recensioni.

Interruzioni della connessione

Molti provider VPN includono un kill-switch nel loro software. Si tratta di una funzione molto utile. Quando la connessione al server VPN si interrompe, improvvisamente restiamo senza protezione e la nostra condotta online è riconducibile all’indirizzo IP effettivo. Per evitare che ciò accada, il kill-switch interrompe immediatamente l’intera connessione a internet, riattivandola solo una volta ripristinata la connessione alla VPN.

L’aspetto negativo è che resti senza connessione a internet. Però con i provider VPN di qualità questo problema capita molto raramente.

Ingiustificata sensazione di impunità online

Alcune persone credono che una connessione VPN li renda completamente anonimi e immuni dai malware. Questo li porta alla falsa convinzione di essere intoccabili su internet. Ovviamente non è così.

Anche con una connessione VPN stabile e fortemente criptata, è comunque possibile:

  • Essere monitorati da inserzionisti, tracker, hacker, agenzie di intelligence, ecc.
  • Essere presi di mira e cadere preda di attacchi di phishing
  • Infettarsi con qualche tipo di malware
  • Essere bloccati da determinate reti, database, pagine del deep web, ecc.

Le VPN criptano i dati, nascondono l’indirizzo IP e permettono di aggirare dei geo-blocchi. Ma se un hacker o un’agenzia di intelligence volessero tracciarti, oltre al tuo indirizzo IP esistono altri modi per identificarti. Il tuo indirizzo IP è solo il primo indizio che potrebbero cercare. Insomma una connessione VPN non è assolutamente una licenza per partecipare a comportamenti inappropriati, illegali o irresponsabili su internet. Usa sempre il buon senso e fai attenzione.

VPN gratuite: a volte è peggio averle che esserne sprovvisti

Disadvantage free VPN

Alcuni scelgono di provare un servizio VPN gratuito. Non c’è niente di sbagliato in questo. Purtroppo però molti provider VPN gratuiti non sono concepiti per fornire all’utente medio più privacy e anonimato in internet, ma solo per fare soldi. Un primo esempio è Hola VPN, un servizio VPN da cui  dovresti stare alla larga. Il business di questo tipo di VPN non è la vendita di un servizio VPN, ma la vendita dei tuoi dati personali a terzi. Quando utilizzi i servizi VPN, instradi il tuo traffico attraverso i loro server. Paghi loro una quota di abbonamento, loro criptano i tuoi dati e ti promettono di non registrarli o memorizzarli. Tuttavia, molti servizi VPN gratuiti guadagnano vendendo i tuoi dati, ad esempio, agli inserzionisti. In questo caso, è meglio non avere alcun servizio VPN e piuttosto installare un Adblocker o altre funzionalità per la sicurezza.

Oltretutto molti provider VPN gratuiti impongono limiti di dati, limiti di velocità, pubblicità e restrizioni ai download. Semplicemente, a causa di queste limitazioni non offrono un’esperienza piacevole. Non solo, ma molte applicazioni VPN gratuite non sono sicure e contengono spyware o malware nel download. Ti preghiamo di prestare attenzione prima di provare dei servizi VPN gratuiti. Se desideri testarne uno o due, controlla il nostro articolo sui migliori provider VPN gratuiti. Una VPN gratuita che ha la nostra approvazione è ProtonVPN.

Considerazioni conclusive

I principali svantaggi di una VPN sono fastidiosi, ma non interessano necessariamente chiunque usi una VPN. Per la maggior parte si riscontrano con i servizi VPN gratuiti o meno costosi. Ad esempio, talvolta è possibile che la connessione a internet diventi addirittura più veloce con la connessione a un provider VPN. Questo può accadere quando il tuo Internet Service Provider (ISP) limita la tua connessione. Poiché il servizio VPN cripta i tuoi dati, diventa meno probabile che il tuo ISP ti crei problemi. In questo caso, la tua connessione è non solo più sicura ma anche più veloce.

Anche i blocchi progettati specificamente per i servizi VPN non sono sempre un problema. Netflix non blocca tutti i server VPN e non può farlo. Molti provider VPN offrono un accesso facile e veloce a Netflix a livello globale.

Esistono anche VPN senza un kill-switch. In questo caso la connessione internet non si interrompe improvvisamente, ma la tua sicurezza è minore.

In definitiva, esistono sicuramente alcuni possibili svantaggi nell’uso di un servizio VPN. Tuttavia sono davvero limitati, se utilizzi un provider di qualità. La cosa migliore è che valuti attentamente quale sia il provider VPN più adatto a te.

Analista della sicurezza informatica
David è analista della sicurezza informatica e uno dei fondatori di VPNOverview.com. Interessato al tema dell’identità digitale, con particolare attenzione al diritto alla privacy e alla protezione dei dati personali.

Altri articoli della ‘Informazioni sulle VPN’ sezione

Commenti
Invia un commento
Invia un commento