Cos’è il torrenting e come funziona: guida completa

Immagine di un pirata, un computer e file torrent per raffigurare cos'è il torrenting
Leggi qui per una panoramica generale di questo articolo!
Cos’è il torrenting: un (brevissimo) corso intensivo

Il “torrenting” è il download e l’upload di file tra computer. Si differenzia dal download di file da un server, che è il metodo tradizionale per scaricare contenuti digitali. Il torrenting si compone di alcuni elementi:

  • Tracker, un file di piccole dimensioni che contiene informazioni sul file da scaricare, come ad esempio, “chi altro ha il file?”
  • Siti torrent, raccolte di tracker.
  • Client torrent, software che apre il tracker, collegando il tuo computer a quello di altri utenti in possesso del file che desideri.

Il torrenting può sembrare allettante, ma è illegale se lo usi per scaricare contenuti protetti da copyright, come film, musica o videogiochi. Sconsigliamo fortemente di usare il torrenting per scambiare file illegali. Ma se vuoi saperne di più su come funziona questo sistema, leggi l’articolo fino in fondo.

Il torrenting è uno strumento per condividere dati online gratuitamente, ma è anche un simbolo della pirateria digitale e della violazione delle leggi sul copyright. Il termine “torrenting” è usato principalmente per indicare l’azione di scaricare e caricare un file (in genere un film, un brano musicale o un libro) utilizzando una rete peer-to-peer.

Ma come funziona nello specifico il torrenting? È sicuro? Può comportare problemi legali? Rispondiamo a tutte queste domande nel nostro articolo sul torrenting.

Cos’è un torrent?

Un torrent — definito anche “file torrent” o “tracker” — è un file di piccole dimensioni che tiene traccia del punto in cui si trova il file specifico che vuoi scaricare, all’interno di una vasta rete di computer. Il concetto può sembrare complicato ma in realtà è piuttosto semplice.

In pratica un torrent è un piccolo file, utilizzato da un torrent client per scaricare dai computer della rete e caricare sui computer della rete uno specifico contenuto.

Il file torrent può essere usato per condividere con altri utenti contenuti multimediali come film, musica, libri, ecc. attraverso una rete detta peer-to-peer o “P2P”.

Cos’è un client torrent?

Un “client torrent” o “client torrenting” è un software che utilizza un file torrent per vedere quali computer della rete P2P hanno il file specifico che desideri scaricare. Il client acquisisce i dati dai computer che hanno il file da scaricare, aggiungendo gradualmente piccole parti di esso sul tuo computer. Il client torrent carica inoltre piccole componenti di quel file dal tuo computer su altri computer. È così che si costituisce una rete P2P.

In sostanza, il client torrenting è il software che collega tra loro gli utenti che scaricano e quelli che caricano un certo file; utilizza il file torrent per stabilire quale file debba essere condiviso.

Quali sono i migliori client torrent?

Dipende molto dalle tue esigenze. Se vuoi un’interfaccia semplice, BitTorrent è una buona scelta. Se non vuoi interruzioni pubblicitarie e desideri un’ampia quantità di funzioni, potresti preferire qBittorrent.

Ma in genere noi consigliamo di utilizzare uTorrent. È veloce, affidabile, permette una navigazione facile e include abbastanza funzioni avanzate da soddisfare tutti. Ecco una rapida panoramica di tre dei più popolari client torrent:

Client torrent Descrizione
BitTorrent BitTorrent è il client torrent originario, con una lunga storia all’interno del mercato e funzionalità affidabili per gli utenti. BitTorrent non ha caratteristiche vistose, ma è semplicemente una scelta adeguata se cerchi un client torrent.
uTorrent uTorrent ha la stessa infrastruttura di BitTorrent ma è un po’ più sofisticato. Innanzitutto il suo design è migliore, il che rende la navigazione più semplice e il download dei torrent più rapido.

Oltre a questo, ha parecchie funzionalità utili, tra cui una barra di ricerca per trovare i tracker direttamente dall’app.

Se ne capisci qualcosa di reti e di internet, uTorrent ti piacerà ancora di più. Infatti offre opzioni avanzate, come l’impostazione manuale della larghezza di banda per il file che stai scaricando, o la possibilità di forzare l’avvio del download dei torrent in caso di errore.

qBittorrent qBittorrent non è il più semplice tra i client torrent, ma non è neanche troppo complesso. È compatibile con tutti i sistemi operativi. Inoltre, essendo stato sviluppato da un ente no-profit, è gratuito.

Ha anche alcune funzionalità interessanti, tra cui un lettore multimediale, un motore di ricerca per i torrent e molto altro ancora. È quindi una buona scelta se non hai bisogno delle funzioni avanzate di BitTorrent o uTorrent.

Cos’è il peer-to-peer?

Le reti peer-to-peer o P2P sono il mezzo con cui i computer o i server riescono a condividere un carico di lavoro per completare un determinato compito, come il download di file. Si tratta di un sistema diverso rispetto al classico modello client-server, dove l’utente scarica semplicemente un file da un server. Nel caso del torrenting, tramite il P2P i singoli computer si connettono tra loro per scaricare (leech) e caricare (seed) un determinato file.

Con il metodo di download “tradizionale”, cioè nel modello client-server, i file vengono scaricati dal server, in questo modo:

Una persona che scarica file dal server

Questo è il sistema con cui di solito funziona il download.

Invece, in una rete P2P vengono costantemente condivisi elementi del file tra gli utenti della rete, finché il file stesso non è stato completamente scaricato, in questo modo:

Utenti che condividono file attraverso la rete di torrenting

In questo senso, gli utenti che condividono il file agiscono come piccoli server per scaricare il file con l’aiuto del client torrent.

Cosa sono i seeder e i leecher?

“Seeder” e “leecher” sono termini usati per indicare parti differenti della rete P2P. Un client che esegue il download è chiamato leecher (da leech, “sfruttare”) perché trae vantaggio dal file di altri. Invece il client che esegue l’upload è chiamato seeder (da seed, “seminare”) perché fornisce ad altri il contenuto per il download.

Di solito quando utilizzi un client torrent sei sia un seeder che un leecher, perché scarichi e carichi contemporaneamente parti di un certo file. Quando hai scaricato completamente un file, diventi semplicemente un seeder, perché non stai più scaricando il file, ma solo caricando parti di esso attraverso la rete P2P.

Come funziona il torrenting?

Il torrenting funziona grazie al sistema P2P che abbiamo descritto sopra. Tutto comincia con il download di un file torrent o “tracker”.

Il client torrent usa questo piccolo tracker per vedere chi all’interno della rete ha il file che desideri scaricare (es. un film); poi acquisisce dati da tutti i computer che hanno il file, aggiungendo gradualmente elementi al file che stai scaricando sul tuo computer.

Mentre scarichi le varie componenti del file, contemporaneamente carichi sul computer di altre persone della rete elementi che hai già acquisito. Così anche il tuo computer diventa un piccolo server. In pratica, con l’aiuto del client, gli utenti che condividono i file (detti “seeder” nel mondo del torrenting) agiscono da server per consentire il download.

Il processo di download continua fino al suo completamento o finché non viene interrotta la condivisione da parte del client torrent. Se non vuoi più consentire l’upload di un file, di solito devi arrestare manualmente il “seeding” del torrent.

Dove si trovano i torrent?

Per poter fare torrenting, è necessario innanzitutto procurarsi dei file torrent. Esistono vari siti web che ospitano questi file: si chiamano “siti torrent”. Ad esempio, un sito torrent molto popolare è The Pirate Bay.

Fai attenzione, perché molti siti torrent contengono contenuti protetti da copyright. In genere scaricare e condividere contenuti protetti da copyright è illegale. Perciò, tieniti sempre alla larga da questo tipo di contenuti. Alcuni siti torrent, tra cui The Pirate Bay e Kickass Torrents, sono stati addirittura oscurati dalle forze dell’ordine di alcuni paesi per mettere fine alla condivisione illegale di contenuti protetti da copyright. Questo è successo nonostante il torrenting in sé sia perfettamente legale, e malgrado non tutti i file di questi siti fossero protetti da copyright.

Se cerchi un posto dove trovare torrent, dai un’occhiata al nostro articolo sui migliori siti torrent.

Il torrenting è legale?

Sì, fare torrenting è legale. In altri termini fare parte di una rete P2P scaricando e caricando parti di determinati file è consentito dalla legge. Tuttavia, il download di contenuti protetti da copyright è illegale nella maggior parte dei paesi.

Il download di contenuti protetti da copyright è considerato una violazione delle leggi sui diritti d’autore. Questo crimine è più comunemente noto come pirateria, e le persone coinvolte nella violazione delle leggi sui diritti d’autore vengono talvolta definite “pirati”.

Il rischio di essere punito per violazioni del copyright dipende molto dal paese in cui vivi. Nella maggior parte dei paesi, specialmente in Europa orientale o in America Latina, il torrenting è illegale ma le relative leggi non vengono quasi mai applicate. È quindi una pratica comune, in queste regioni, fare torrenting senza alcuna precauzione.

Nei casi in cui il torrenting illegale viene rintracciato e punito, potresti ricevere una multa salata. Tuttavia, solo una minima parte delle persone che scaricano contenuti protetti da copyright riceve una multa o viene citata in giudizio. Ciò non toglie che, se vieni sorpreso a scaricare file illegali in paesi come la Germania, riceverai molto probabilmente una grossa multa per posta.

Quali sono i rischi del torrenting?

Ci sono alcuni rischi di cui devi tenere conto se stai pensando di fare torrenting. Il problema più comune che puoi avere con un torrent è quello di scaricare un virus insieme al file (o al posto del file) di cui hai effettivamente bisogno. Questo problema era molto più frequente nei primi anni 2010, ma può ancora capitare se non fai attenzione. Ecco i rischi maggiori in cui puoi incorrere scaricando un torrent:

  • Potresti scaricare un file con contenuti protetti da copyright. Ciò è illegale nella maggior parte dei paesi, e potresti incorrere in problemi legali seri scaricando un contenuto protetto da copyright.
  • Potresti scaricare un virus al posto del file, o insieme al file, che stai cercando di acquisire.
  • Gli hacker possono prendere di mira in vari modi coloro che scaricano torrent, anche se questo non accade più così spesso come un tempo.

Per maggiori dettagli su questi rischi, continua a leggere.

Il torrenting è illegale se usi i client torrent per scaricare contenuti protetti da copyright (es. film, musica, libri o videogiochi) dai membri della rete P2P. Stai acquisendo contenuti protetti da copyright senza pagarli, quindi stai infrangendo la legge. Anche se ti trovi in un paese che al momento non applica le leggi sul copyright nell’ambito del torrenting, non è detto che ciò non accada in futuro.

Detto questo, il torrenting non è illegale di per sé. Perciò dopo tanti anni viene ancora utilizzato. Volendo semplificare, il torrenting è semplicemente un modo per condividere dei file, per cui l’intera infrastruttura (client, tracker e anche alcuni siti privati) non è per sua natura illegale.

Rischio 2: Scaricare un virus

Uno dei rischi maggiori durante il download di torrent è scaricare un virus. Siccome il download e la condivisione di torrent rappresentano una “zona d’ombra”, i file non sono soggetti a controlli. Questo significa che è piuttosto probabile scaricare un malware insieme a un torrent, o al suo posto.

Per questo, è importante che utilizzi sempre un software antivirus adeguato quando sei online. Software come Kaspersky possono proteggere il tuo dispositivo da malware indesiderati di ogni tipo, come ad esempio spyware e ransomware.

Rischio 3: Problemi causati dagli hacker

Il torrenting ha una cattiva reputazione in tutto il mondo; quindi è normale che la gente abbia iniziato ad associarlo a tutto ciò che di male c’è su internet, inclusi gli hacker.

Certo scaricando torrent in maniera disattenta ti esponi a dei rischi. Comunque, noi abbiamo setacciato i forum e i siti di news per cercare notizie sugli hacker che sfruttano i torrent, e non ne abbiamo trovate.

È vero che teoricamente tutti i software, soprattutto quelli connessi a internet, potrebbero esporre il tuo computer a rischi.

Ma gli hacker hanno molto più successo con le campagne di phishing — cioè quando si fingono qualcun altro inviando email fraudolente o clonando siti e sfruttando i dati personali.

Quindi, gli hacker non dovrebbero essere la tua principale preoccupazione quando fai torrenting. Ma virus, malware e adware, insieme ai problemi legali, rappresentano un rischio concreto, e potrebbero essere utilizzati persino dagli stessi hacker.

Come fare torrenting in modo sicuro

Ci sono alcune cose che puoi fare per proteggerti durante il torrenting. Innanzitutto, tieni presente che il torrenting di contenuti protetti da copyright è normalmente illegale. Perciò dovresti tenerti alla larga da questa pratica. Tuttavia, esistono anche molti torrent perfettamente legali. E vogliamo assicurarci che tu sappia come fanno gli altri a scaricare e condividere questi file in modo sicuro.

Per proteggere la loro sicurezza durante il torrenting, di solito le persone prendono questi accorgimenti:

  • Utilizzano solo siti torrent ritenuti sicuri e che non contengono molte pubblicità né malware.
  • Usano un buon software antivirus, come Kaspersky, per proteggersi da malware indesiderati in cui potrebbero incappare quando scaricano file torrent.
  • Non scaricano contenuti protetti da copyright per non infrangere la legge e per evitare di essere citati in giudizio o multati.
  • Si servono di una VPN per proteggere la loro identità quando utilizzano siti torrent e reti P2P. Una VPN molto utilizzata dai torrenter è ExpressVPN*:
ExpressVPN
La nostra scelta
La nostra scelta
Promozione:
3 mesi gratis con un abbonamento di un anno
A partire dal
€5.80
9.5
  • VPN super veloce e semplice
  • Perfetta per navigazione anonima, download e streaming
  • 3000+ server in 94 paesi
Visita ExpressVPN

*: Non approviamo l’uso delle VPN per il torrenting illegale, ma solo per la condivisione di file autorizzati. Proteggerti mentre navighi in internet è una delle cose più importanti che tu possa fare. Perciò ti consigliamo l’uso di una VPN qualsiasi attività tu svolga online.

In breve

Il torrenting consiste nel condividere contenuti su internet attraverso un client torrent, entrando a far parte di una rete P2P. Funziona così: utilizzando un file tracker, puoi individuare seeder e leecher di un determinato contenuto multimediale. Anziché scaricare il file da un server, condividi elementi del file con gli altri torrenter fino ad acquisire il file “completo”.

Il torrenting è perfettamente legale nella maggior parte dei paesi. Tuttavia, quando ha ad oggetto lo scambio di contenuti protetti da copyright, il torrenting è generalmente illegale.

Cos'è il torrenting — FAQ

Hai domande sul torrenting che non hanno ancora trovato una risposta? Dai un’occhiata alla sezione delle FAQ e verifica se abbiamo le informazioni che cerchi. Non esitare a scrivere le tue domande nei commenti.

I seeder sono gli utenti che inviano elementi di un file ad altri utenti che desiderano scaricare un particolare torrent.

I leecher sono coloro che scaricano un torrent.

La risposta più semplice è: procurati una connessione internet migliore.

Esistono consigli e trucchi da applicare per aumentare marginalmente la velocità di download. Tuttavia, sintetizzando, la velocità della connessione internet è il fattore che conta di più.

Detto questo, puoi provare a scaricare i tracker dai migliori siti torrent che hanno una velocità elevata di download.

Se questo non basta a soddisfare le tue esigenze e utilizzi uTorrent, puoi fare clic con il tasto destro del mouse su un torrent che stai scaricando, andare su Allocazione banda e impostare quest’ultima su “alta”. A parte questo, non c’è molto altro che puoi fare.

Sì, in alcuni paesi è possibile. Il torrenting in generale non è illegale, ma lo è scaricare contenuti protetti da copyright, e questo può crearti problemi con il tuo provider di servizi internet o persino con la legge.

Comunque sia. molti paesi non fanno indagini sulle singole persone che scaricano torrent ma si limitano a perseguire i titolari dei siti torrent.

Giornalista di tecnologia
Ronella è da sempre attenta a come possiamo rendere la nostra società digitale il più sicura possibile. Il grande sviluppo della tecnologia informatica ci pone sempre di fronte a nuovi problemi di sicurezza. Perciò Ronella desidera creare più consapevolezza sul tema della sicurezza informatica e sensibilizzare gli utenti su rischi e insidie della rete.