work-safely-from-home

Lavorare da casa in modo sicuro durante la crisi del coronavirus

Ultima modifica: 3 Maggio 2020
Tempo di lettura: 16 minuti, 19 secondi

Grazie alle tecnologie moderne, oggi per molti di noi lavorare da casa o in remoto non è più un problema. Del resto molte professioni richiedono solo un computer portatile e la connessione a internet. I motivi per lavorare da casa possono essere vari, e al momento attuale il coronavirus è certamente il primo. Ma lo smart working — per necessità o per scelta — sembra essere una modalità di lavoro destinata a crescere negli anni a venire.

Ciò che spesso viene trascurato però è che lavorare da casa può comportare una serie di rischi sotto il profilo della sicurezza informatica. Computer privati e reti domestiche non sono sicuri quanto le reti e i computer aziendali. La maggior parte delle (grandi) aziende dispone di una rete extra sicura e di sistemi informatici ben protetti. Molte aziende hanno un reparto IT che controlla costantemente i sistemi aziendali e mantiene tutto in sicurezza.

Probabilmente anche tu ora lavori in smart working. Dunque dovrai accertarti di farlo in modo sicuro, garantendo che non vi siano fughe di dati, ad esempio perché un hacker accede ai dati aziendali o a quelli dei clienti.

In questo articolo illustreremo passo a passo come lavorare da casa in modo sicuro. Ora, durante la crisi del coronavirus, e anche in futuro.

Working from home safely tips Italian

1. Utilizza strumenti di collaborazione sicuri

VPN-Privacy-Safe-Internet-Cybersecurity

Nello smart working, la maggior parte delle discussioni e dei meeting avviene online. Di conseguenza occorre utilizzare strumenti di collaborazione sicuri. Molte aziende per le riunioni usano le videoconferenze. Questo probabilmente perché così le persone possono vedersi mentre parlano, proprio come quando si tiene una riunione in ufficio. Esistono varie opzioni per effettuare videochiamate sicure, e ognuna di queste ha i suoi pro e i suoi contro. Esistono anche programmi che consentono solo le comunicazioni audio o via chat. Ecco alcune opzioni popolari. Tutti i programmi menzionati qui sotto forniscono l’opzione di condivisione dello schermo, tranne WhatsApp.

Nome Prezzo mensile Privacy Numero massimo di partecipanti in videochiamata Misure di sicurezza
Eyeson Gratis/9-299 $ Mediocre 4-100 SSL/TLS + DTLS/SRTP
Google Hangouts Gratis Bad 150 NO crittografia end-to-end
GoToMeeting 12-16 $ Good 150-250 Crittografia end-to-end (SSL) + crittografia AES a 128 bit
Jami Gratis Good 4 TLS 1.3 + Chiave RSA
Jitsi Gratis Mediocre Nessun limite, ma più lento con 10+ utenti Crittografia end-to-end non standard
Join.me Gratis/9-24 € Good 5-250 Crittografia TLS a 256 bit
Microsoft Teams Gratis/4,20 € Bad 5000 Autenticazione in due passaggi obbligatoria
Miro Gratis/8-16 $ Good 2-50 SSL/TLS + crittografia AES a 256 bit
Signal Gratis Good 2 Crittografia end-to-end
Skype Gratis Bad 50 TLS + crittografia AES a 256 bit
Slack Gratis/6,23-11,75 € Mediocre 15 (con i piani a pagamento) EKM + DLP
WebEx Gratis/9-299 $ Bad 1000 Crittografia end-to-end
WhatsApp Gratis Bad 4 Crittografia end-to-end
Whereby Gratis/9,99 $ Mediocre 4 (12-50 con le versioni a pagamento) DTLS-SRTP e crittografia end-to-end
Wickr Gratis/4,99-25,00 $ Good 30 (50 con le versioni a pagamento) Crittografia end-to-end
Wire 4-8 € Good 10 Crittografia end-to-end
Zoom Gratis/13,99 € Bad 100 (massimo 40 minuti) TLS + crittografia AES a 256 bit

È importante valutare le opzioni prima di scegliere uno di questi programmi. Presta attenzione alle possibilità offerte dal software e considera anche i suoi punti deboli — specialmente in fatto di sicurezza e privacy. Per una spiegazione completa sui criteri di classificazione impiegati nella tabella qui sopra, consulta il nostro articolo sui migliori e più sicuri programmi per videoconferenze.

2. Proteggi la tua connessione con una VPN

VPN-connection-internet

La maggior parte di noi sa già che quando si connette a una rete pubblica deve proteggersi con una VPN. Per la connessione a internet da casa vale lo stesso. Come le reti pubbliche, anche le connessioni internet domestiche per impostazione predefinita non sono criptate. Pertanto gli hacker possono riuscire a intercettare i dati o iniettare malware nel sistema. Esiste inoltre un elevato rischio di intercettazione delle connessioni internet domestiche, e quindi di furto dei dati aziendali o personali. Tra l’altro, un simile evento con l’entrata in vigore del GDPR può comportare multe elevate e una pubblicità negativa. Di recente molte società hanno già avuto a che fare con tali conseguenze.

Fortunatamente, la maggior parte delle aziende conosce l’importanza di una rete ben protetta. Molte (grandi) aziende oggi utilizzano soluzioni VPN specifiche per il business, come quelle di Cisco. La rete aziendale viene protetta, così gli impiegati possono accedere in modo sicuro anche quando lavorano da casa o in remoto. Tuttavia, una VPN aziendale non è un’opzione abbordabile o vantaggiosa per tutte le aziende. Soprattutto per le piccole imprese i cui dipendenti lavorano (temporaneamente) da casa, una VPN privata può essere una valida soluzione alternativa.

Proprio come le VPN utilizzate dalle grandi aziende, le VPN private offrono un tunnel VPN sicuro e la crittografia in modo che tutto il traffico dati sia protetto. Per i dipendenti delle piccole imprese che vogliono lavorare da casa in modo sicuro possono essere interessanti i seguenti due provider VPN:

ExpressVPN: la VPN migliore sotto ogni aspetto secondo i nostri test

ExpressVPN è da anni un nome affidabile sul mercato delle VPN. Ci sono una serie di punti da considerare quando si sceglie VPN. Tra questi rientrano la sicurezza dei protocolli di crittografia utilizzati, la velocità e la facilità d’uso. Noi raccomandiamo ExpressVPN per lo smart working e per chi vuole una VPN con cui lavorare in modo sicuro, rapido ed efficiente. Secondo i nostri test, questa è attualmente la VPN più veloce sul mercato. Inoltre, offre protocolli di crittografia eccellenti e molto sicuri, tra cui OpenVPN con UDP (predefinito) e OpenVPN con TCP.

Una cosa che rende unica ExpressVPN in termini di garanzia della privacy è la sua Trusted Server Technology. Grazie a questa tecnologia, ExpressVPN utilizza per i suoi server solo la memoria ad accesso casuale (RAM) volatile e non gli hard drive — come fanno invece la maggior parte degli altri provider VPN. La RAM necessita di energia elettrica per memorizzare i dati. Pertanto con questa tecnologia ogni volta che i server di ExpressVPN vengono accesi o spenti, tutti i dati memorizzati su di essi vengono cancellati. Perciò questa tecnologia consente a ExpressVPN di offrire una protezione molto efficace dei dati aziendali, ad esempio, dagli hacker dei server.

Efficienza e sicurezza rendono ExpressVPN adatta a qualsiasi tipo di professione. Che tu sia un regista che scarica regolarmente file video molto grandi dal cloud, o un contabile che ha bisogno di salvaguardare i dati finanziari dei clienti, con ExpressVPN puoi stare certo che la tua connessione a internet sarà sicura. Dai un’occhiata al nostro test di ExpressVPN.

ExpressVPN
La nostra scelta
La nostra scelta
Promozione:
3 mesi gratis con un abbonamento di un anno
9.5
  • VPN super veloce e semplice
  • Perfetta per navigazione anonima, download e streaming
  • 3000+ server in 94 paesi
Visita ExpressVPN

Surfshark: la migliore VPN economica per lo smart working

Come ExpressVPN, Surfshark è una VPN veloce e sicura. Ma offre due grandi vantaggi: il prezzo e il numero di connessioni. Surfshark è uno dei provider VPN premium più economici. Oltretutto, permette ai piccoli team di lavorare da casa in modo sicuro utilizzando l’abbonamento di gruppo. Il numero di connessioni è illimitato, purché l’utilizzo del software avvenga entro i limiti della policy di utilizzo corretto di Surfshark.

La differenza principale tra Surfshark ed ExpressVPN sta nella velocità e nel numero di opzioni disponibili. ExpressVPN è leggermente più veloce e ha alcune opzioni speciali che Surfshark non offre. Queste opzioni includono la Trusted Server Technology di cui abbiamo parlato in precedenza e l’offerta di server offuscati (in grado di aggirare alcune restrizioni di internet) per l’uso in Cina. Comunque, Surfshark offre tutto ciò di cui hanno bisogno la maggior parte delle piccole aziende. E spesso è l’opzione migliore per gli imprenditori che tengono d’occhio il loro budget.

Surfshark
Promozione:
Naviga in modo sicuro e anonimo a soli 2,09 € al mese
8.8
  • Facile da usare, funziona con Netflix e torrent
  • Garanzia 30 giorni soddisfatti o rimborsati. Senza domande!
  • Economica e con molte funzioni extra
Visita Surfshark

Uso del 4G in alternativa alla connessione internet domestica

Alcune persone si affidano alla loro rete mobile per lavorare da casa, creando un hotspot per connettere il computer portatile. Lavorare con una connessione 4G è certamente una buona opzione per molti, soprattutto considerando l’odierna velocità di internet mobile. Naturalmente, dovrai assicurarti di avere un piano con un traffico dati sufficiente (preferibilmente illimitato). Molti provider consentono di regolare il limite dati su base mensile. Se prevedi un utilizzo dati maggiore del solito e non pensi di poter utilizzare una connessione fissa nel prossimo futuro, può essere saggio aumentare il tuo pacchetto dati per il prossimo mese.

3. Aggiorna il tuo sistema operativo e software

computer-update

Gli aggiornamenti di sistema possono sembrare operazioni inutili e complicate. Ma è proprio il contrario. Sono operazioni semplici ma molto importanti, che bloccano virus e hacker. Eventuali bug o vulnerabilità riscontrati nel software di sistema vengono generalmente risolti dai produttori tramite aggiornamenti, in modo che gli hacker e i criminali informatici non possano trarne vantaggio. Perciò, prenditi il tempo necessario per eseguire gli aggiornamenti di sistema.

Come garantire che il tuo sistema operativo sia completamente aggiornato? Fortunatamente, è piuttosto facile da controllare. Qui di seguito spiegheremo come fare per i sistemi operativi più comuni, ovvero Windows, Mac, Android e iOS.

Per aggiornare Microsoft Windows:

  1. Clicca sul logo di Windows in basso a sinistra dello schermo.
  2. Vai alle Impostazioni cliccando sull’icona dell’ingranaggio.
  3. Clicca su “Aggiornamento e sicurezza”. Qui potrai controllare lo stato di aggiornamento del tuo software di sistema.
  4. Se necessario, clicca su “Download” per scaricare immediatamente gli aggiornamenti più recenti.

Per aggiornare Mac OSx:

    1. All’interno del menu Apple, clicca su “Preferenze di sistema”.
    2. Clicca su “Aggiornamento software”. Se sono disponibili aggiornamenti, saranno mostrati qui.
    3. Clicca sul pulsante “Aggiorna ora” per installare gli ultimi aggiornamenti.

Per aggiornare i dispositivi Android:

  1. Vai all’applicazione Impostazioni del tuo dispositivo Android.
  2. Tocca “Sistema”, quindi “Avanzate” e infine “Aggiornamento del sistema”.
  3. Lo stato di aggiornamento è ora visibile sullo schermo. Segui i passaggi per aggiornare il sistema.

Per aggiornare i dispositivi iOS:

  1. Vai alle Impostazioni del tuo iPhone o iPad.
  2. Tocca “Generale”, quindi “Aggiornamento software”.
  3. Se è disponibile un aggiornamento, potrai installarlo immediatamente.

Oltre al sistema operativo, anche il software deve essere aggiornato. La maggior parte dei software su Windows e OSx ti informerà automaticamente o installerà gli aggiornamenti non appena disponibili. Dalle impostazioni, puoi anche cercare tu stesso se ci sono aggiornamenti.

Per aggiornare le app sul tuo dispositivo Android, vai sul Play Store e nel menu cerca la voce “Le mie app e i miei giochi”.

Per aggiornare le app sui dispositivi iOS, apri l’App Store e tocca “Oggi” nella parte inferiore dello schermo. Successivamente, tocca il simbolo del tuo profilo in cima allo schermo e scorri verso il basso per visualizzare le app che possono essere aggiornate.

Infine, sconsigliamo vivamente l’uso (e il download) di software illegali. Spesso contengono virus o backdoor integrati dagli hacker.

4. Utilizza un buon antivirus per PC e smartphone

Naturalmente è possibile che il tuo datore di lavoro ti abbia fornito un’attrezzatura ben protetta su cui lavorare; ad esempio, un laptop aziendale con un buon software anti-malware aggiornato. Ma la realtà è che spesso per lavorare da casa occorre tirare fuori dall’armadio il vecchio PC portatile, probabilmente privo di un’adeguata protezione. Un buon software antivirus e antimalware è di grande importanza, soprattutto per le apparecchiature destinate a un uso lavorativo. Secondo il Cyber Security Monitor 2019 — il report annuale sulla sicurezza informatica del CBS (Central Bureau of Statistics) olandese — circa il 30% delle grandi aziende olandesi (cioè con 500 o più dipendenti) e il 20% delle piccole imprese ha subito un attacco informatico nel 2019. In situazioni simili, non hai possibilità di cavartela senza una protezione adeguata.

Un buon software antivirus gratuito e a pagamento

Esistono diversi provider sul mercato che offrono software antivirus affidabili e gratuiti. Un valido scanner antivirus gratuito, che funziona su Windows, Mac, Android e iOS, è AVG AntiVirus Free. Se preferisci utilizzare un software antivirus a pagamento, ti consigliamo Bitdefender. Si tratta di un software che ha ottenuto ottimi risultati in molti test e comparazioni indipendenti.

5. Installa un buon firewall su PC e smartphone

firewall-laptop

Oltre a un buon antivirus, è anche essenziale che tu disponga di un firewall affidabile. Un firewall crea, per così dire, una barriera attorno al tuo computer, evitando che degli intrusi possano accedervi. Inoltre grazie ai firewall è meno probabile che i programmi “corrotti” riescano a stabilire una connessione indesiderata con il mondo esterno.

Un firewall affidabile e ben configurato è quindi molto importante per lavorare da casa in modo sicuro. Anche nel caso tu acceda alla rete aziendale attraverso una connessione sicura (es. tramite Citrix), dovrai impedire agli hacker di vedere cosa stai facendo sul tuo computer di casa.

Firewalls per Windows

Le versioni più recenti di Windows (cioè da Windows 10 in su) includono Windows Defender, il firewall predefinito di Microsoft. Windows Defender è noto come un firewall abbastanza robusto, e dovrebbe essere sufficiente nella maggior parte dei casi. Tuttavia, diversi esperti di sicurezza consigliano di utilizzare firewall più sofisticati. Se vuoi questa sicurezza extra, ti consigliamo di scegliere un’offerta che includa software antivirus e firewall; ad esempio Bitdefender o la versione a pagamento di AVG.

Firewalls per OSx (Macbook e Mac)

Anche Apple fornisce un buon firewall predefinito con il sistema operativo OSx. Per la maggior parte degli utenti, questo software firewall è sufficiente. Per attivare il firewall di Apple, dovrai eseguire questi passaggi:

  1. Dal menu Apple scegli “Preferenze di sistema”.
  2. Clicca su “Sicurezza” o “Sicurezza e privacy”.
  3. Clicca sulla scheda “Firewall”.
  4. Sblocca il pannello cliccando sul lucchetto in basso a sinistra e inserendo un nome e una password amministratore.
  5. Clicca su “Abilita il firewall” o “Avvia” per abilitare il firewall.
  6. Clicca su “Avanzate” per regolare la configurazione del firewall.

6. Scegli un cloud storage sicuro

laptop-with-lock

Assicurati di effettuare regolarmente il backup, meglio ancora se doppio e salvato in due posti diversi. In questo modo, se la tua azienda dovesse subire ad esempio un attacco ransomware non perderai tutto. Con un backup recente sarai in grado di ripristinare i tuoi sistemi più facilmente.

È una scelta saggia memorizzare un backup in locale e un altro nel cloud. Assicurati che il tuo backup locale sia memorizzato, ad esempio, su un hard drive esterno ben protetto con una password forte.

Inoltre, è bene che conservi un backup nel cloud. Esistono diversi servizi di cloud storage. Ma qualsiasi servizio tu scelga, assicurati sempre di proteggere il tuo account con una password forte e, se possibile, con un’autenticazione a due fattori. Qui di seguito troverai alcune opzioni sicure che potresti facilmente configurare a casa tua.

Nome Prezzo mensile Storage Misure di sicurezza
Google Drive Disponibile in versione gratuita e a pagamento 15GB Gratis SSL/TLS a 256 bit e AES a 128 bit
OneDrive Disponibile in versione gratuita e a pagamento 5GB Gratis NO storage criptato, connessione criptata SSL
Dropbox Disponibile in versione gratuita e a pagamento 2GB Gratis SSL/TLS a 128 bit e AES a 256 bit
SpiderOak Da 6 €/mese Da 150GB Crittografia end-to-end
Mega Disponibile in versione gratuita e a pagamento Gratis 50GB Crittografia end-to-end

Google Drive

Cloud-Service-Google-Drive-Logo-150x150

Google Drive memorizza i file utilizzando per impostazione predefinita la crittografia AES con chiave a 128 bit. Inoltre, la connessione da e verso i server di Google Drive è criptata con SSL/TLS a 256 bit, che è un valido standard al giorno d’oggi. Non solo, ma Google Drive ti permette di collaborare facilmente con i colleghi utilizzando Google Docs. Senza un abbonamento ottieni uno spazio di archiviazione di 15 GB, che per molti è più che sufficiente.

OneDrive

onedrive_logo_200x200-min-138x138

OneDrive per impostazione predefinita non utilizza la crittografia per memorizzare i file. Tuttavia, la connessione da e verso i server OneDrive utilizza la crittografia SSL. Un vantaggio di OneDrive rispetto a Google Drive è che OneDrive ti consente di accedere all’intera suite di Office dal browser. Ciò ti consente di modificare facilmente i documenti direttamente dal tuo browser. Senza un piano a pagamento, OneDrive ti offre uno spazio di archiviazione di 5 GB. Per 2 $ al mese ottieni uno spazio di archiviazione di 100 GB. E per 7 $ al mese ottieni il pacchetto avanzato, che offre uno spazio di archiviazione di 1 TB di e l’intera suite di Office.

Dropbox

dropbox_logo_200x200-min-138x138

Dropbox è uno dei servizi di cloud storage più popolari attualmente disponibili. Il vantaggio è che consente di condividere facilmente i documenti con altri utenti che utilizzano il servizio. Dropbox memorizza i file utilizzando la crittografia AES con chiave a 256 bit per impostazione predefinita. Inoltre, la connessione da e verso i server Dropbox è protetta con crittografia AES SSL/TLS a 128-bit. Con la versione gratuita di Dropbox, ricevi uno spazio di archiviazione di 2 GB. Per € 9,99 ottieni uno spazio di archiviazione di almeno 2 TB.

SpiderOak

spideroak_logo-138x138

Il servizio SpiderOak One Backup è un’opzione sicura per eseguire i backup con facilità e utilizza la crittografia end-to-end per salvaguardare la tua privacy. Il lato negativo di SpiderOak è che non è disponibile in versione gratuita. Tuttavia offre una versione di prova, che ti permette di provare il servizio gratuitamente per 21 giorni. Una volta terminato il periodo gratuito, il piano più economico costa 6 € al mese e offre uno spazio di archiviazione di 150 GB.

Mega

mega_logo_200x200-min-138x138

Mega è stata fondata da Kim Dotcom, un eroe cult che da anni si batte per la libertà di internet. Perciò è stata progettata pensando alla privacy e utilizza la crittografia end-to-end per criptare adeguatamente tutti i file. Il vantaggio di Mega è che permette di iniziare con la versione gratuita, che offre uno spazio di archiviazione di 50 GB. Inoltre, paghi solo 4,99 € al mese per uno spazio di archiviazione di 400 GB.

Effettuando un backup sia in locale che nel cloud, riduci notevolmente la possibilità di perdere il tuo lavoro. Non dimenticare di proteggere adeguatamente il tuo spazio di archiviazione in modo che i backup e gli altri file non siano esposti agli attacchi degli hacker.

7. Scegli una password e un password manager sicuri

L’utilizzo di password forti e sicure è fondamentale. Basta che un solo dipendente utilizzi una password facile da individuare per creare quell’anello debole necessario a causare gravi problemi per un’intera azienda. Ecco perché servono regole rigorose per le password. Usa sempre password forti, sicure e uniche. Non usare mai una password su più di una piattaforma .

Trovi difficile ricordare le password di tutti i tuoi diversi account? Non sei il solo. Fortunatamente, se è così, puoi utilizzare un password manager come Remembear o Blur. Questi strumenti memorizzano tutte le tue password in un ambiente sicuro, così non dovrai tenerle a mente. Inoltre ti permettono di accedere a tutte le varie applicazioni con un solo clic.

8. Attenzione alle email di (corona) phishing

phishing-hook-with-password

Una cosa da sapere è che molti criminali informatici prendono di mira specificamente chi lavora da casa. Una tattica comune è quella delle email di phishing. Basta che pensi alle email di phishing apparentemente inviate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità per informare le persone su COVID-19. Naturalmente, non dovresti mai rispondere a questo tipo di messaggi né cliccare su link sospetti.

Le email di phishing sono uno dei metodi più comuni utilizzati dai criminali informatici per infettare i computer delle vittime con malware. Le email di phishing vengono utilizzate anche per indurre le vittime a rivelare dati sensibili. Ma di sicuro l’ultima cosa che vuoi è che i criminali informatici usino email di phishing come quella indicata sopra per infettare il tuo computer, ad esempio, con pericolosi spyware per rubare tutte le informazioni sensibili dei tuoi clienti.

9. Organizza il tuo spazio di lavoro

Per la sicurezza online, una corretta configurazione del computer non basta. Esistono altri accorgimenti che non riguardano i dispositivi elettronici. Ad esempio non scrivere mai le password su un pezzo di carta. Se questo finisse nelle mani sbagliate, la sicurezza del tuo sistema verrebbe immediatamente compromessa. Inoltre non è consigliabile che tu tenga i backup fisici memorizzati su dispositivi come hard drive esterni, nelle immediate vicinanze del computer. Può sembrare un’ipotesi estrema, ma in caso di incendio sia il computer che i backup andrebbero persi.

10. Conclusione: lavorare da casa è un’ottima opzione ma comporta dei rischi

Talvolta è meglio lavorare da casa che recarsi in ufficio. Soprattutto in tempi di crisi, come nel caso del coronavirus, lo smart working è un’ottima opzione per molti. Purtroppo come abbiamo visto lavorare da casa comporta dei rischi. Perciò assicurati che i tuoi sistemi informatici siano aggiornati e protetti con uno scanner antivirus e un firewall. Proteggi la tua connessione internet in ogni momento con una buona VPN. E infine, assicurati di avere un sistema di backup sicuro e fai attenzione al phishing e alla criminalità informatica.

Lavorare da casa in modo sicuro: Domande frequenti

Come lavorare online da casa in modo sicuro? Di quali fattori tenere conto? Clicca sulle nostre FAQ qui sotto per leggere le risposte.

Esistono numerose piattaforme che offrono servizi online con cui effettuare videochiamate e chattare. Delle opzioni valide e sicure sono Microsoft Teams, Whereby, Eyeson ed eventualmente Skype.

Ci sono diversi punti da tenere a mente per iniziare a lavorare da casa in modo efficace e sicuro.

  • Aggiorna il tuo sistema operativo e software
  • Utilizza un buon antivirus
  • Assicurati di avere un buon firewall
  • Proteggi la tua rete con una VPN
  • Utilizza strumenti di collaborazione sicuri
  • Scegli un cloud storage sicuro
  • Utilizza password forti e uniche
  • Attenzione al phishing
  • Organizza il tuo spazio di lavoro

Una VPN protegge il traffico dati. Ciò significa che i terzi non possono intercettare e visualizzare i dati aziendali sensibili che invii o ricevi per lavoro. Oltre a una maggiore sicurezza, una VPN ti offre anche una maggiore privacy e libertà sul web. ExpressVPN e Surfshark sono ottime opzioni per chi lavora da casa.

Windows 10 è dotato di un firewall nativo chiamato Windows Defender. Anche i migliori programmi antivirus includono spesso un firewall. Per questo noi consigliamo Bitdefender e AVG.

Autore principale
Analista della sicurezza informatica
David è analista della sicurezza informatica e uno dei fondatori di VPNOverview.com. Interessato al tema dell’identità digitale, con particolare attenzione al diritto alla privacy e alla protezione dei dati personali.
Co-autore
Giornalista di tecnologia
Nathan è un giornalista di formazione internazionale interessato alla prevenzione della criminalità informatica, specialmente nei confronti dei gruppi vulnerabili. Per VPNOverview.com conduce ricerche in materia di sicurezza informatica, censura di internet e privacy online.

Altri articoli della ‘Aziende’ sezione

Commenti
Invia un commento
Invia un commento