Grindr Privacy Featured

Restare al sicuro su Grindr: Come proteggere la tua privacy

Ultima modifica: 18 Giugno 2020
Tempo di lettura: 18 minuti, 7 secondi

Grindr Logo

Con milioni di utenti in tutto il mondo, Grindr è una delle app di appuntamenti più popolari per uomini gay e bisessuali. L’app è stata lanciata nel 2009, rendendola persino precedente a Tinder. Da allora, Grindr ha completamente cambiato lo scenario gay. L’obiettivo di Grindr è fornire agli uomini della comunità LGBT una piattaforma sicura di incontri. Con l’app gli utenti possono controllare i profili delle persone nelle loro vicinanze, scambiare messaggi e cercare un appuntamento.

Gli appuntamenti online sono per lo più molto divertenti. Tuttavia, è sempre bene essere consapevoli dei potenziali rischi per la privacy associati alle app di appuntamenti come Grindr. Non vogliamo creare panico o impedire alle persone di utilizzare le app di appuntamenti. Vogliamo solo garantire che tu e altri utenti abbiate la possibilità di proteggere voi stessi e la vostra privacy. Soprattutto in alcuni Paesi, dove le leggi locali non accettano la comunità LGBT, la cautela è estremamente importante. Purtroppo, molti discriminano ancora le persone in base al loro orientamente sessuale, il che rende necessarie alcune misure di sicurezza.

VPNOverview ha parlato con l’esperto Philip Tijsma, che fa parte del COC, un’associazione LGBT ufficiale nei Paesi Bassi, e con Azza Sultan, direttore associato di Grinder for Equality. Successivamente, abbiamo creato un elenco di suggerimenti per coloro che prendono sul serio la loro privacy su Grindr: non condividere informazioni personali non necessarie, disattiva la tua posizione e utilizza un’app di geolocalizzazione falsa tramite un emulatore Android.

Quali rischi della privacy presenta Grindr?

Per molti utenti, Grindr è una piattaforma su cui possono essere se stessi senza vergogna. Essere gay è un dato di fatto. Il che è spesso un grande sollievo in un mondo in cui molti giudicano ancora due uomini che si tengono per mano. Purtroppo, c’è sempre un piccolo gruppo di persone malintenzionate che usa Grindr per i propri scopi. Questo crea potenziali pericoli per la tua privacy e il tuo benessere.

Altri utenti possono scoprire la tua posizione

Smartphone Location Marker

Se vuoi ottenere il massimo da Grindr, l’app deve costantemente sapere dove ti trovi. Il programma utilizza GPS e Wi-Fi per abbinarti ad altri utenti Grindr nella tua area geografica. Tuttavia, Grindr, come altre app di appuntamenti popolari, ha diverse vulnerabilità che consentono agli estranei di scoprire la tua posizione. Ad esempio, l’app mostra quanto lontano sono i tuoi “abbinamenti” in maniera molto dettagliata. Nel 2014, i ricercatori di Synack Cybersecurity hanno scoperto che gli utenti di Grindr potevano facilmente sfruttare queste informazioni per scoprire le posizioni di altri utenti. Grindr ha risolto questo problema consentendo agli utenti di disabilitare la condivisione della posizione. Grindr ha risolto questo problema consentendo agli utenti di disabilitare la condivisione della posizione.

Ad ogni modo, uno studio di follow-up condotto da Trever Faden ha dimostrato che i ricercatori sulla sicurezza informatica potevano ancora trovare le posizioni degli utenti di Grindr, insieme ad altri dati personali. Ciò era possibile anche quando gli utenti avevano disabilitato la condivisione della posizione, perché i dati sulla posizione dell’utente venivano comunque inviati al server di Grindr, dove potevano essere scoperti. Faden ha creato un sito web in cui gli utenti potevano identificare chi li ha bloccati su Grindr. Per scoprire queste informazioni, gli utenti devono solo inserire il loro nome utente e password Grindr.

A seguito dello studio di Faden, Grindr ha limitato l’accesso ai dati degli utenti che avevano bloccato altri utenti. Inoltre, Grindr ha detto agli utenti di non utilizzare i loro accessi Grindr per altri siti web.

Gli utenti di Grindr in Paesi con normative anti-gay potrebbero essere in pericolo

Dato che Grindr che consente alle persone di determinare la posizione esatta degli utenti, i rischi per la privacy sono molti, soprattutto nei luoghi in cui questo orientamento sessuale è considerato un reato. L’omosessualità è ancora considerata illegale in 69 Paesi, e alcuni di quei Paesi applicano persino la pena di morte. Essere un utente Grindr in uno di questi posti può avere conseguenze estreme. Il governo egiziano, ad esempio, ha utilizzato l’app Grindr e la sua mancanza di sicurezza per rintracciare e persino arrestare i cittadini gay, anche se tecnicamente l’omosessualità non è illegale in quel Paese. La gente in Marocco ha recentemente iniziato a creare profili falsi sulle app di incontri come Grindr per scoprirli pubblicando le loro foto pubblicamente. Di conseguenza, molti uomini gay sono finiti in mezzo a una strada, rinnegati dalle loro famiglie. Anche l’Iran ha sfruttato la mancanza di sicurezza su Grindr per identificare gli utenti dell’app. Alla fine, 200 utenti Grindr sono stati presi in custodia. Grindr ha tentato di combattere questo pericolo nascondendo la posizione utilizzata nell’app, ma questi cambiamenti sono stati facilmente elusi.

Grindr mira a connettere le persone che vivono nella stessa area. Pertanto, l’eliminazione completa della posizione di ogni utente renderebbe inutile l’app. Senza queste informazioni, le persone distanti centinaia o migliaia di chilometri potrebbero essere abbinate tra loro, senza avere alcuna possibilità di incontrarsi nella loro vita reale. È probabile che questi problemi pratici abbiano un ruolo importante nelle decisioni di Grindr di combattere qualsiasi uso improprio della loro app.

Possono essere rivelate le tue informazioni di salute

Smartphone Healthcare Icon

Un altro rischio per la privacy derivante da Grindr riguarda i tuoi dati personali. È noto che la società condivide dati riservati, tra cui informazioni sensibili sulla salute dei suoi utenti. Nell’aprile 2018, Grindr è stato messo in cattiva luce quando è stato rivelato che la società stava condividendo lo stato di HIV con altre società, insieme ai dati sulla posizione e agli indirizzi e-mail.

I rappresentanti di Grindr inizialmente hanno difeso questa decisione. Hanno affermato che la condivisione dei dati era diffusa e che gli utenti acconsentono alla condivisione dei dati quando si iscrivono all’app. Tuttavia, in pratica, molti utenti di Grindr non erano a conoscenza del fatto che venissero condivise le loro informazioni sulla salute. Se gli utenti di Grindr scelgono di rivelare il loro stato HIV, queste informazioni sono visibili a tutti gli utenti Grindr che visualizzano il loro profilo. Tuttavia, molti utenti non si aspettavano che l’app condividesse le loro informazioni sensibili sulla salute al di fuori di Grindr.

Questa grave violazione della privacy ha causato una protesta pubblica e Grindr alla fine ha rilasciato una dichiarazione secondo cui i dati degli utenti non sarebbero mai stati venduti a terzi. Tuttavia, gli utenti di Grindr dovrebbero riflettere seriamente sulla possibilità di includere le loro informazioni di salute nel proprio profilo.

Grindr aiuta gli utenti offrendo consigli e guide

Grindr è costantemente al lavoro per modificare i suoi servizi. L’azienda cerca di essere trasparente informando i propri clienti nel miglior modo possibile. Inoltre, sviluppano e offrono sempre nuove opzioni e soluzioni quando le persone le richiedono. Abbiamo chiesto a Grindr i recenti sviluppi riguardanti la sicurezza e la privacy dei loro utenti e abbiamo ricevuto la seguente risposta da Azza Sultan, direttore associato di Grindr per l’uguaglianza:

“Noi di Grindr comprendiamo che la sicurezza non è semplicemente responsabilità degli utenti delle app di incontri. Pertanto Grindr cerca costantemente di sviluppare e migliorare le proprie funzionalità di sicurezza non solo per proteggere i propri utenti, ma anche per fornire loro le informazioni critiche sulla sicurezza necessarie per garantire un’esperienza di incontri sicura. Oltre alle linee guida sulla sicurezza che forniamo ai nostri utenti, stiamo attualmente sviluppando una guida olistica alla sicurezza che sarà presto disponibile in diverse lingue”.

Questa guida è ora live sul sito web di Grindr e può essere trovata cliccando sul seguente link: grindr.com/safety.

Pericoli nella vita di tutti i giorni

Le app di incontri come Tinder, Happn e Grindr contengono informazioni sensibili sui loro utenti. Se quei dati cadessero nelle mani sbagliate, potrebbero avere gravi conseguenze. Ciò è particolarmente vero nei Paesi in cui la comunità LGBT è minacciata dalle leggi locali. Ciò potrebbe non sembrare così rilevante se vivi in un Paese in cui l’omosessualità è completamente legale, ma purtroppo non è sempre così. Il pregiudizio e la mancanza di accettazione sociale mettono a rischio tutti gli utenti di Grindr.

Portare Grindr all’estero

Airplane above planet Earth

Fare incontri mentre si è in vacanza può essere un bel modo di conoscere nuove persone. È sicuramente molto divertente, ma devi stare attento. Se il tuo Paese di origine accetta completamente la comunità LGBT, potresti aspettarti che lo sia anche qualsiasi altro Paese. Ma non è sempre così. Grindr regola automaticamente la tua posizione ogni volta che attivi l’app. Come accennato in precedenza, questo può essere pericoloso in molti luoghi, come Algeria, Nigeria, Barbados, India e Pakistan. Tutti questi Paesi hanno politiche che rendono illegale l’omosessualità.

Allo stesso modo, ci sono Paesi in cui l’omosessualità è legale per legge, ma comunque condannata. Ad esempio, la Russia e l’Egitto. In Egitto, che rimane una destinazione turistica molto popolare per molti, il governo ha ordinato il pestaggio e il blocco di più persone dopo che avevano fissato un appuntamento tramite Grindr. Il giovane Firas fu una delle vittime: aveva organizzato un appuntamento con un ragazzo che aveva incontrato sull’app, ma era stato bloccato, arrestato e condannato per “dissolutezza”, illegale secondo la legge egiziana.

Utilizzi Grindr o un’app di appuntamenti simile e stai per viaggiare? Assicurati sempre di controllare le leggi locali della tua destinazione e l’atteggiamento generale nei confronti dell’omosessualità. I rapporti di ricerca annuali sull’omofobia sponsorizzata dallo stato da parte dell’ILGA (International Lesbian, Gay, Bisexual, Trans e Intersex Association) potrebbero essere un buon punto di partenza. Alla fine di questo articolo abbiamo elencato i Paesi in cui l’omosessualità è considerata illegale. Il nostro consiglio è di consultare attentamente questo elenco, ma anche di fare ulteriori ricerche, in modo da non finire accidentalmente in un posto come l’Egitto con l’app Grindr attivata.

Inoltre, anche i Paesi che accettano pienamente l’omosessualità per legge e in pratica, non sono sempre un buon posto in cui stare. Alcune persone potrebbero provare a usare Grindr in modi dannosi per i membri della comunità LGBT. Ecco perché è sempre importante proteggere e te stesso e la tua privacy nel miglior modo possibile, anche durante gli appuntamenti.

Appuntamenti anonimi su Grindr?

Anonymity Smartphone

Mantenere intatta la tua privacy durante gli appuntamenti è abbastanza complicato. Se ogni utente di Grindr mettesse al primo posto la propria privacy, il rilevamento dei dati sarebbe molto più difficile, se non impossibile. Come puoi sapere per certo che l’abbinamento è chi dice di essere? Quando è sicuro incontrarsi con qualcuno? E come puoi far sapere all’altro che non intendi far loro del male e stai solo cercando un appuntamento?

Nonostante l’attenzione negativa che Grindr sta ricevendo di recente, rimane uno spazio positivo. Il 99% di tutti gli appuntamenti, conversazioni e incontri vanno bene e non senza problemi. Per garantire che ciò sia lo stesso anche per te, ci sono diverse precauzioni che puoi prendere. Grindr ha realizzato una lista con delle misure di sicurezza che tutti i suoi utenti possono e dovrebbero usare. Esempio: informa sempre un amico o un familiare in merito alla tua posizione quando incontri qualcuno di Grindr e fidati del tuo istinto. Se qualcosa sembra strano, probabilmente lo è.

Come proteggere la tua privacy su Grindr

Oltre a seguire le linee guida generali sulla sicurezza fornite da Grindr, puoi sempre utilizzare diverse altre misure di sicurezza per proteggerti nel miglior modo possibile. Ecco tre buoni consigli per aiutarti in merito:

Non condividere troppe cose

Così come con altre app di incontri, è sempre consigliabile limitare la quantità di informazioni personali che includi nel tuo profilo. Evita di utilizzare il tuo nome completo, numero di telefono, indirizzo e-mail, stato dell’HIV e altre informazioni sensibili. Inoltre, è consigliabile caricare una foto del profilo che non appare altrove online, altrimenti gli utenti potrebbero provare a fare una ricerca dell’immagine della tua foto e trovare gli altri tuoi social media. Se utilizzi la stessa foto su Facebook o Twitter, sicuramente possono trovare i tuoi account in un istante e potranno usare le informazioni per scoprire ulteriormente la tua identità.

Inoltre, se decidi di interrompere la conversazione dall’app, è più sicuro utilizzare Google Voice o un servizio simile. Tali app ti consentono di mantenere privato il tuo numero di telefono e di usare un numero secondario.

Disabilita la funzione di distanza

Grindr e altre app di appuntamenti utilizzano la posizione GPS del tuo telefono per farti incontrare con le persone nella tua zona. Potrai vedere esattamente quanto siete distanti tu e quella persona in tempo reale. È comodo se vuoi incontrarti all’istante: il bar dietro l’angolo è facilmente raggiungibile da entrambi! Sfortunatamente, questo significa anche che altri utenti sono in grado di scoprire la tua posizione esatta. Se un altro utente Grindr conosce la distanza tra voi due, può calcolare dove ti trovi utilizzando un processo chiamato trilaterazione. Per questo motivo, è importante nascondere le informazioni sulla distanza.

Puoi nascondere la tua distanza su Grindr seguendo queste azioni:

  1. Apri l’app Grindr sul tuo dispositivo
  2. Vai sul tuo profilo
  3. Tocca “Impostazioni” nell’angolo in alto a destra
  4. Vai su “Mostra Preferenze
  5. Disabilita “Mostra la mia distanza

Tieni presente, tuttavia, che la disattivazione di questa funzione impedirà ad altri utenti di vedere esattamente quanto sei lontano. Il tuo profilo verrà comunque classificato e mostrato agli altri utenti Grindr nella tua zona. Ciò significa che la tua posizione sarà comunque vulnerabile se altri utenti Grindr locali rivelano le loro informazioni sulla distanza.

Utilizza una finta app di posizione

Map with location

Nascondere la tua distanza su Grindr potrebbe già farti stare più tranquillo. Dal momento che vieni comunque abbinato ad altre persone nelle tue immediate vicinanze, tuttavia, non fornisce la massima privacy. Forse non pensi di averne bisogno: dopotutto Grindr si occupa di incontri tra persone.

Se vuoi fare un ulteriore passo avanti, l’opzione migliore è installare un’app di finta geolocalizzazione e falsificare la tua posizione. Queste app possono ingannare altre app in merito al luogo in cui ti trovi. In quasi tutti i casi, questo funziona anche con le app di appuntamenti. Purtroppo, a causa di un recente aggiornamento di Grindr, gli spoofer diposizione non sembrano funzionare più sui dispositivi mobili.

Ciò può comportare situazioni pericolose per alcuni utenti. Se vuoi comunque falsificare la tua posizione, puoi scaricare un emulatore Android sul tuo computer e usare Grindr lì. Questo ti aiuterà a nascondere la tua vera posizione.

Bluestacks per il tuo computer

Un emulatore Android affidabile che può aiutarti ad aggirare le recenti restrizioni di Grindr quando si tratta di spoofing della posizione, è Bluestacks. Se scarichi Bluestacks sul tuo computer e poi continui a utilizzare Grindr lì, potrai comunque cambiare la tua posizione virtuale su Grindr. Segui questi passaggi per far funzionare Bluestacks sul tuo computer.

  1. Scarica l’ultima versione di Bluestacks dal loro sito web ufficiale.
  2. Accedi su Google Play con un account.
  3. Scarica l’app ufficiale di Grindr dal Play Store.

Prima di procedere, dovrai trovare un’app che ti permetta di falsificare la tua posizione. Un’opzione popolare è Spoofer di posizione Fake GPS GO. Abbiamo testato quest’app e possiamo dirti che funziona sia per Grindr che per Happn.

Spoofer di posizione Fake GPS GO

Fake GPS GO è abbastanza facile da installare ed è disponibile per Android 6.0 e le versioni successive. Per usarlo, segui questi passaggi:

  1. Scarica l’app su Bluestacks.
  2. Apri l’app e tocca “Abilita posizione fittizie” sulla prima schermata.
  3. Vai sulla mappa, scegli la posizione che vuoi utilizzare e clicca il pulsante play nell’angolo in basso a sinistra dello schermo.
  4. Nel caso in cui venga visualizzato il messaggio “Posizioni fittizie disabilitate o l’app non è l’app predefinita per la posizione fittizia, abilita per continuare”, clicca su Abilita.
  5. Apparirà la schermata “Opzioni dello sviluppatore”. Clicca su “Seleziona app posizione fittizia” e seleziona “FakeGPS Free”.
  6. Torna indietro e premi il pulsante play di nuovo per abilitare le impostazioni di finto GPS.

Dopo aver configurato la tua posizione fittizia, puoi accedere al tuo account Grindr sull’emulatore e usarlo come faresti normalmente.

Posizione Fake GPS* di iTools

Segui questi passaggi per falsificare la tua posizione su iOS con iTools:

  1. Installa iTools sul tuo computer.
  2. Apri il programma e seleziona “Prova gratuita”.
  3. Vai nella scheda “Toolbox”.
  4. Vai su “Toolkit di dispositivo” e seleziona “Posizione virtuale”.
  5. Inserisci la posizione finta nella prossima casella sulla mappa e premi invia.
  6. Quando appare un indicatore della posizione finta sulla mappa, clicca “Sposta qui” per configurare il tuo iPhone con quella posizione.

*Dopo i recenti aggiornamenti di Grindr, è necessario utilizzare un emulatore Android se si desidera falsificare la propria posizione. Ciò significa che dovrai utilizzare l’app di spoofer della posizione Fake GPS GO.

Resta al sicuro, ma trova i profili giusti

L’impostazione del GPS del telefono su una posizione falsa è attualmente il modo più efficace per proteggere la tua posizione su Grindr e altre app di appuntamenti. Ricorda, tuttavia, che verrai abbinato a profili che si trovano nelle vicinanze della posizione falsificata e non alla tua posizione effettiva. Anche così, lo spoofing può essere molto utile: puoi sempre scegliere una posizione che si trova a pochi chilometri da dove ti trovi. In questo modo, ti abbinerai alle persone del tuo quartiere, ma non rivelerai la tua posizione attuale.

Magari potrebbe non sembrarti giusto utilizzare una posizione falsa. In tal caso, è bene parlarne durante il primo o il secondo appuntamento, così da non apparire come un imbroglione. Parla delle possibilità di regolare la posizione di Grindr e spiega i vantaggi. C’è sempre la possibilità che la persona seduta di fronte a te abbia le stesse tue preoccupazioni in merito alla privacy e la sicurezza. Forse gli piacerebbe anche saperne di più.

SCRUFF

Grindr è sempre alla ricerca di soluzioni per i problemi riscontrati dagli utenti. La sicurezza svolge un ruolo enorme in merito. Tuttavia, Grindr non è l’unica app che lavora su questo. Un’altra piattaforma di incontri per uomini gay e bisessuali è SCRUFF. Il loro obiettivo è quello di creare una rete di persone (gay) che possano scambiarsi informazioni per proteggersi reciprocamente. L’app ha la possibilità di contattare gli ambasciatori locali: membri speciali dell’app a cui puoi chiedere consigli quando viaggi nel loro Paese o città.

Abbiamo deciso di testare l’app per contro nostro e abbiamo contattato gli ambasciatori SCRUFF in diversi Paesi. Le nostre domande hanno avuto una risposta rapida e completa e abbiamo persino ricevuto una manciata di utili consigli di viaggio. È senza dubbio un sistema di successo. A parte questi ambasciatori, SCRUFF utilizza i dati ILGA per avvertire i suoi utenti della situazione locale in oltre 80 Paesi, cosa che anche Tinder ha di recente iniziato a fare. Ciò è particolarmente utile se non sei completamente aggiornato sulla situazione della tua destinazione mentre sei già in viaggio.

Conclusioni

Gli incontri, sia nella vita reale che online, dovrebbero essere sicuri per tutti. Le app di appuntamenti di per sé non sono pericolose; sono semplicemente strumenti che facilitano l’incontro tra le persone. Il che è solitamente molto divertente. Purtroppo, ci sono ancora molte persone malintenzionate che odiano le app come Grindr perché sono dedicate a uomini gay e bisessuali. Queste persone possono causare molti problemi, specialmente nei Paesi in cui l’omosessualità è ancora considerata illegale.

Grindr ha le stesse vulnerabilità di sicurezza di altre app di appuntamenti, soprattutto quando si tratta di mantenere private le posizioni degli utenti. Nonostante i tentativi di Grindr di risolvere questa vulnerabilità, è possibile per gli utenti di Grindr e talvolta anche dai governi scoprire le identità dei vari utenti. Al momento, limitare le informazioni che condividi sul tuo profilo e utilizzare un’app di posizione falsa sul tuo computer sono alcune delle migliori precauzioni che puoi prendere se usi Grindr.

Infine, è importante essere consapevoli dei possibili rischi a cui sei esposto quando usi il servizio di appuntamenti di Grindr. Tuttavia, non lasciarti scoraggiare dall’app. Fino a che tratti le tue informazioni personali con intelligenza e rifletti sulle tue azioni, le possibilità che ti accada qualcosa di brutto sono notevolmente ridotte.

In quali Paesi l’omosessualità è considerata illegale?

La seguente mappa interattiva del mondo offre una panoramica della situazione nei Paesi di tutto il mondo. Tieni a mente che alcuni Paesi e aree in cui l’omosessualità è considerata legale per legge non supportano sempre i diritti LGBT. Potresti, infatti, andare comunque incontro a discriminazioni, violenza e stigmatizzazione in quei luoghi, come ad esempio la Russia.

Mappa mondiale interattiva dei diritti LGBT (dove l’omosessualità è illegale)

Da diversi Paesi bisognerebbe avere più chiarezza, dal momento che la situazione non è esattamente facile da definire. Troverai questi Paesi e le osservazioni necessarie nella seguente tabella.

Paese Legalità dell’omosessualità Note
Corea del Nord Legale Non esistono sono leggi contro l’omosessualità nella Corea del Nord. Il Paese ne nega semplicemente l’esistenza.
Egitto Ufficialmente legale ma si può comunque essere perseguiti In teoria, l’omosessualità non è illegale, ma in pratica è spesso vista come una violazione delle “leggi morali”. Le regole per le donne rimangono poco chiare.
Indonesia In base alla località Essere gay è legale in quasi tutta l’Indonesia, ad eccezione delle seguenti aree: Aceh, Sumatra Meridionale e la città di Palembang.
Iraq Legale Secondo la legge, l’omosessualità è legale in Iraq, ma dichiararsi come facente parte della comunità LGBT è estremamente pericoloso per via dei cittadini che faranno da sé alcuni provvedimenti.
Libano Illegale per uomini e donne Alcuni giudici hanno deciso di non perseguire le persone, ma questo non è stato ancora deciso dalla legge.
Palestina In base alla località A Gaza l’omosessualità è illegale per gli uomini. È ufficialmente legale nel resto del Paese.
Russia In base alla località Illegale in Cecenia. È stato riferito che i gay sono stati messi in campi di concentramento.
Singapore Illegale per gli uomini Legale per le donne. Per gli uomini, la legge non è stata rispettata dal 1996.
Sri Lanka Non chiaro Alcune fonti riportano che l’omosessualità è stata depenalizzata.

Una delle maggiori organizzazioni internazionali che si occupano di diritti LGBT è la International Lesbian, Gay, Bisexual, Trans and Intersex Association, o ILGA in breve. Hanno creato una mappa del mondo ancora più dettagliata con informazioni su leggi e legislazione in merito all’orientamento sessuale.

Consulta la mappa mondiale dell’ILGA delle leggi sull’orientamento sessuals
Analista della sicurezza informatica
David è analista della sicurezza informatica e uno dei fondatori di VPNOverview.com. Interessato al tema dell’identità digitale, con particolare attenzione al diritto alla privacy e alla protezione dei dati personali.

Altri articoli della ‘App’ sezione

Commenti
Invia un commento
Invia un commento