Honey and Privacy Featured

Honey ti fa risparmiare denaro. Ma a che costo?

Ultima modifica: 18 Giugno 2020
Tempo di lettura: 13 minuti, 59 secondi

Honey logo

Lo shopping online continua a crescere di popolarità. Il che non è molto sorprendente. È ormai facilissimo cliccare su “acquista” e ricevere un pacco il giorno successivo. Ci sono anche tantissimi sconti online sempre disponibili. Uno sconto di 20€ sull’ultima Nintendo, uno sconto del 10% sulle tue magliette preferite, ogni euro risparmiato è un euro guadagnato. È qui che entrano in gioco le estensioni come Honey. Questi programmi controllano Internet offrendo codici promozionali attivi e sconti sui prodotti che stai per acquistare in modo da poter risparmiare sempre. Sembra utile, ma Honey è davvero fantastico come sembra?

In questo articolo ti sveleremo di più su Honey, su come funziona durante lo shopping online, come ci guadagnano loro e in che modo questa app gratuita per il risparmio di denaro tratta i tuoi dati personali e la tua privacy.

Che cos’è Honey?

Honey è un’estensione per app e browser che ti aiuta a risparmiare denaro mentre acquisti online. È stata fondata nel 2012 negli Stati Uniti. Honey cerca su Internet i codici coupon attivi che ti renderanno più economici i prodotti che desideri acquistare. Esistono molte app che funzionano in modo simile, come PriceScout e InvisibleHand. Honey, tuttavia, è attualmente la più nota.

Le app per risparmiare denaro cercano nel web le migliori offerte. Il loro obiettivo è rendere lo shopping online il più economico e veloce possibile. Honey, in particolare, ha sia un’app per il telefono o tablet sia un’estensione per browser per il computer. L’estensione viene eseguita in background nel browser, quindi la vedrai solo quando ne avrai bisogno. Ogni volta che acquisti online, puoi cliccare sull’estensione Honey nella parte superiore del browser per vedere quali sconti sono disponibili.

Come funziona Honey

Honey money saved

Honey apporta diverse modifiche alla tua esperienza su Internet. In primo luogo, aggiunge pulsanti alle pagine web visitate, in particolare quelle dei negozi online. Con questi pulsanti, sarai in grado di salvare un determinato prodotto nella tua “Droplist”. Ciò significa che Honey continuerà a controllare il prezzo di quel prodotto e ti avviserà se scende al di sotto di un certo punto, quindi sarai in grado di acquistarlo quando è più economico.

Un’altra opzione può essere trovata su Amazon, l’enorme mercato online che collabora strettamente con Honey. Lì, Honey verificherà se il prezzo che stai pagando per un determinato prodotto è davverà il più economico su Amazon. A volte, lo stesso prodotto viene caricato su Amazon più volte, ogni voce con un prezzo diverso. Con Honey, troverai sempre l’opzione più economica senza dover fare nulla.

Honey non ti aiuterà solo con Amazon. Dopo aver riempito il carrello su un qualsiasi negozio online e ritrovarti al check-out, clicca semplicemente sul logo di Honey nel tuo browser. Honey ti troverà i migliori codici coupon relativi. Un’app semplice e utile, così sembra. Ma la domanda è: qual è il problema? Honey ha ora oltre 17 milioni di membri. Come hanno ottenuto questo successo? E dove hanno preso i soldi per gestire un’impresa se i loro servizi sono totalmente gratuiti?

Pubblicità di Honey: YouTube

Se hai già sentito parlare dell’estensione Honey, è probabile che abbia funzionato con uno dei tuoi ingfluencer preferiti. Honey è stato sponsorizzato da innumerevoli YouTuber famosi, che parlano di questa estensione nei loro video. Hanno sicuramente menzionato gli incredibili sconti che sono rusciti a trovare con Honey, spingendo gli spettatori a scaricare l’estensione, che “richiede solo due clic”. Ecco un esempio di un video sponsorizzato, in questo caso da MrBeast, un famoso YouTuber con quasi 30 milioni di iscritti.

Oltre a contattare direttamente gli influencer, Honey pubblicizza anche i propri servizi acquistando pubblicità su YouTube. Ti sarà capitato di aver visto questi annunci all’inizio (o proprio nel bel mezzo) di un video. Grazie alle loro pubblicità e sponsorizzazioni su piattaforme come YouTube, Honey è riuscita a far crescere il proprio marchio e guadagnare migliaia (se non milioni) di nuovi utenti.

Honey e Money

Honey è sì un’estensione gratuita, ma ciò non significa che non gestisca denaro. Alcuni dei video sponsorizzati da Honey sono stati sponsorizzati per decine di migliaia di dollari. Alla fine del 2019, PayPal ha rivelato che stavano acquistando Honey per $4 miliardi, la loro più grande acquisizione fino a quel momento. In che modo un software gratuito può diventare così prezioso?

In che modo Honey fa soldi

Ogni azienda di successo ha una strategia finanziaria: un modo in cui guadagna e con il quale continua ad esistere. La strategia di Honey ha a che fare con commissioni e affiliati. I loro partner, i venditori da cui utilizzi i codici sconto, forniscono loro una commissione quando un membro Honey acquista qualcosa utilizzando un codice promozionale. In altre parole, se acquisti qualcosa da un negozio online X utilizzando il codice di Honey, Honey riceverà denaro dal negozion online X. In questo modo sono in grado di mantenere Honey gratuito senza vendere alcun dato dei loro utenti.

Honey è chiaramente più di un semplice database per codici promozionali. Molti siti web, negozi e altre aziende hanno stretto accordi con Honey. Questi accordi, che comportano commissioni per Honey, creano la più grande forma di reddito dell’estensione. In altre parole, i codici utilizzati da Honey non sono solo i codici generali che scegli da Internet. Sono promozioni attive che aiutano le persone che lavorano su Honey a guadagnarsi da vivere.

Honey Gold

Moneybag with dollar sign on computer

Invece di fornire solo codici sconto, Honey offre una cosa in più. Dispone di uno speciale programma fedeltà che ti consente di guadagnare punti. Più spesso usi l’estensione, più velocemente otterrai “punti” all’interno di questo sistema, che si chiama Honey Gold. Una volta che avrai abbastanza punti (1000 Honey Gold), puoi scambiarli con buoni regalo in tutti i tipi di negozi online, inclusi Amazon ed eBay.

Questo semplice sistema di ricompensa crea un legame con gli utenti. Ovviamente, vogliono ottenere quei punti Honey Gold in modo che possano ottenere un buono regalo e questo li spingerà a continuare a usare Honey.

Perché PayPal ha acquistato Honey

Alla fine del 2019 PayPal ha acquistato Honey. L’acquisizione è avvenuta per non meno di $4 miliardi. Honey ha rilasciato una dichiarazione su come ciò avrebbe influenzato i membri. In particolare, sarebbero stati in grado di collaborare con più commercianti e offrire più opzioni di pagamento. Gli utenti ora possono anche unirsi a Honey tramite i loro account PayPal. Inoltre, Honey ha menzionato esplicitamente che non vi sarebbero stati cambiamenti nel modo in cui gestiscono la privacy dei propri utenti. Lo esamineremo più da vicino nella sezione seguente.

Per Honey, entrare a far parte della famiglia PayPal ha avuto chiaramente diversi vantaggi. Cosa riceve PayPal in cambio di questo affare? Honey potrebbe essere gratuito, ma ciò non significa che non faccia soldi. Come accennato in precedenza, Honey guadagna commissioni ogni volta che un membro acquista qualcosa utilizzando uno dei loro codici di sconto. A parte questi possibili guadagni, tuttavia, PayPal voleva soprattutto mettere le mani sulla tecnologia di Honey. Secondo l’azienda, questa tecnologia aiuterà PayPal a raggiungere i clienti e a personalizzare le esperienze di acquisto. La domanda è: in che modo esperienze di acquisto personalizzate e privacy vanno di pari passo?

Cosa sa Honey di te?

In un mondo in cui nulla è mai del tutto “gratuito”, un’estensione gratis come Honey che non trae profitto da te in alcun modo sembra praticamente impossibile. Per cui ci siamo chiesti: cosa c’è sotto?

Raccolta dei dati degli utenti

Per far funzionare il loro servizio, Honey deve raccogliere i dati dell’utente. Dopotutto, deve sapere dove stai navigando su Internet per poterti fornire il giusto tipo di sconto. Tuttavia, poiché Honey è cresciuto fino a diventare molto più di un semplice scovatore di sconti, raccoglie molti più dati utente, ad esempio tramite i cookie. Quando installi l’estensione, viene visualizzata la schermata seguente, che ti incoraggia a creare un account.

Creating an account with Honey

Se scegli di creare un account Honey, l’app sarà in grado di raccogliere ulteriori informazioni su di te. Cosa saprà esattamente? Nella loro politica sulla privacy, menzionano la raccolta di:

Informazioni personali:

  • Il tuo accesso, se scegli di usarlo (inclusa la tua e-mail, nome utente, password)
  • Tutti i dati che decidi di condividere sul tuo profilo, come nome, link e profili dei social media (se accedi con il tuo account Google o Facebook, potranno guardare questi account, ma solo se sono disponibili al pubblico)
  • Qualsiasi comunicazione con Honey tramite e-mail o altri mezzi
  • Informazioni bancarie o della carta di credito se le hai fornite tramite l’app mobile di Honey o Honey Pay
  • Gli elementi che aggiungi alla tua Droplist
  • Coupon, codici promozionali e offerte che hai condiviso con Honey
  • Amici che inviti su Honey
  • Negozi che decidi di seguire utilizzando il tracker di Honey

Informazioni tecniche:

  • Il tipo di dispositivo
  • L’ID unico del tuo dispositivo
  • Il suo sistema operativo
  • Il tuo tipo di browser
  • Indirizzo IP
  • Registro di eventi
  • Registro di errori

Come puoi vedere, molte delle informazioni personali che raccolgono dipendono dal fatto che tu le condivida o meno con loro. Più condividi, più efficace sarà l’app e meno privacy avrai. A volte i dati raccolti vengono anonimizzati e aggregati al fine di aiutarli ad analizzare i loro servizi.

Dall’altro lato, Honey promette di non tenere traccia della cronologia dei motori di ricerca, delle e-mail o della tua navigazione su alcun sito che non sia un sito web di vendita al dettaglio.

Sui siti di vendita al dettaglio pre-approvati, Honey raccoglierà informazioni su quel sito (nome del rivenditore, visualizzazioni di pagina), nonché prezzi e disponibilità degli articoli. Potrebbero utilizzare queste informazioni e le informazioni che hanno raccolto su di te per darti consigli personalizzati, come mostrarti offerte di prodotti sponsorizzati. In altre parole, tengono traccia delle tue abitudini di acquisto e adeguano di conseguenza la tua esperienza di acquisto online.

Condivisione di dati utente

Businessmen shaking hands

Honey promette di non vendere mai i tuoi dati personali. Si potrebbe sostenere che i “dati personali” non coprono tutti i dati che raccolgono: le informazioni sui prodotti acquistati o che si cercano sono effettivamente personali? Queste informazioni, chiamate anche metadati, possono essere molto preziose. Il fatto che Honey le usi per mostrarti offerte personalizzate e un’esperienza su misura per te lo attesta. Tuttavia, secondo la loro politica sulla privacy, Honey non vende queste informazioni. Tuttavia, le condivideranno con alcune parti, tra cui:

  • I loro fornitori di servizi, che li aiutano a mantenere i loro prodotti, marketing, problemi legali, protezione della sicurezza, elaborazione dei pagamenti e così via
  • negozi in cui acquisti, che richiederà le tue informazioni di spedizione per poterti inviare il prodotto acquistato (ma solo quando stai utilizzando l’app Honey da dispositivo mobile)
  • La loro società madre, PayPal, e le sue società affiliate e sussidiarie

Oltre a questi, Honey potrebbe anche condividere informazioni con altre parti, ad esempio quando sono richieste dalla legge. Potrebbero anche condividere dati anonimi con altri. Un’ultima menzione che fanno riguardo a questo argomento, è che potrebbero condividere informazioni “quando [credono] in buona fede che sia necessario proteggere [i loro] diritti, proteggere la tua sicurezza o la sicurezza degli altri o indagare sulle frodi”. Sebbene questa affermazione sia probabilmente intenzionalmente vaga per coprire qualsiasi situazione insospettabile, fornisce ad Honey un ampio margine per condividere i dati degli utenti, a seconda del caso.

Tutte queste informazioni possono essere trovate sulla politica sulla privacy della compagnia, che è apertamente disponibile sul loro sito web. Honey raccoglie e condivide molte delle tue informazioni, il che potrebbe essere un problema se tieni alla tua privacy online. Tuttavia, Honey è trasparente sulle sue politiche.

Honey segue le tue mosse?

Con i consigli personalizzati di Honey per gli utenti, potresti chiederti fino a che punto studiano il tuo comportamento online. Quali informazioni usano per mostrarti offerte personalizzate? Alcune persone si chiedono se Honey sia effettivamente una forma di spyware che tiene traccia di tutto ciò che fai online, solo per poterne trarre profitto. La società ha ascoltato queste preoccupazioni e ha risposto con uno speciale video su YouTube. In questo video, eseguono il test della macchina della verità sui loro dipendenti.

I dipendenti parlano di come non vendono i dati personali degli utenti, come l’indirizzo e-mail. Ribadiscono che Honey guadagna attraverso le commissioni e ammette di utilizzare solo il servizio. Questo video è stata una mossa di marketing intelligente, in quanto cavalca l’onda della recente popolarità dei video con la macchina della verità online. Se sia effettivamente utile al fine di capire quanto sia sincero Honey, la questione rimane comunque aperta. Il filmato potrebbe essere modificato, dopo tutto. Inoltre, mentre l’estensione potrebbe non vendere i tuoi dati, ciò non significa che non possano vederli.

Honey è uno spyware?

Eye on Laptop

Per arrivare al nocciolo della questione, abbiamo fatto delle ricerche da soli. Alcune persone temono che Honey possa essere uno spyware. Lo spyware è una forma di malware che infetta il tuo computer, smartphone o altro dispositivo e raccoglie informazioni su di te. Ti spia letteralmente mentre usi il tuo dispositivo, monitorando la cronologia del browser, la cronologia dei download, qualsiasi informazione personale come dati di accesso, dati bancari e le tue e-mail.

Di solito, lo spyware rallenta in modo significativo il dispositivo. Poiché il malware registra costantemente tutto ciò che fai, consumerà molta memoria di lavoro. Navigare, riprodurre video in streaming, cliccare qualsiasi cosa richiederà molto più tempo. Quando abbiamo installato Honey, non abbiamo riscontrato questi problemi.

Per esserne sicuri, abbiamo esaminato i processi attivi sul nostro computer per capire se il software Honey era attivo in background. Non è stato così. In breve, Honey non è una forma di spyware, anche se raccoglie i tuoi dati, come menzionato sopra e nella loro politica sulla privacy.

L’attività di Honey nel tuo browser

Possiamo concludere dicendo che Honey non segue ogni singola mossa che fai sul tuo dispositivo. In questo modo, ciò non influisce sulla tua sicurezza generale e sulla tua privacy. Tuttavia, poiché si tratta di un’estensione del browser, sarebbe interessante vedere come funziona all’interno del browser. Abbiamo installato Honey sul browser Firefox e abbiamo provato a vedere cosa il programma tiene traccia. Osservando il task manager del nostro browser, abbiamo potuto vedere per quanto tempo Honey fosse attivo durante la nostra navigazione.

Honey è un’estensione del browser che sembra essere sempre attiva, anche se spesso mostra solo pochissima attività. Quando visiti siti web di vendita al dettaglio, come Amazon, l’impatto lavorativo di Honey aumenta. Ciò significa che sta cercando gli sconti giusti, riconoscendo che hai raggiunto un negozio partner. Fin qui nulla di straordinario: questo è esattamente ciò che Honey dovrebbe fare.

Quando si visitano siti web non di vendita, ad esempio il nostro sito web o qualsiasi altra pagina informativa trovata tramite una ricerca su Google, l’impatto lavorativo di Honey rimane basso. Sebbene l’app abbia verificato se il sito web è un rivenditore, non esegue nessun’altra azione se rileva che non è un negozio di vendita. Non accade nulla di rilevante quando si utilizzano social media come Twitter e YouTube. Qui sembra che Honey non segua le tue mosse.

Sito web visitato Impatto lavorativo di Honey
Sito web di vendita al dettaglio (Amazon) Medio/alto
Sito web non di vendita (VPNOverview) Basso/zero
Piattaforma di social media (YouTube, Twitter) Basso/zero

Ogni volta che Honey è molto attivo, la sua memoria crescerà. Ciò significa che l’app sta salvando informazioni sul tuo comportamento di acquisto online, come è noto. Sebbene questa pratica abbia sicuramente un impatto sulla tua privacy, non è necessariamente sbagliata. Dopotutto, usando Honey accetti di consentirgli di tracciare i tuoi movimenti online e di controllare tutti i negozi online che visiti. L’estensione crea un profilo dei tuoi dati, che utilizzano per personalizzare la tua esperienza di acquisto. Ecco perché aumenta la quantità di memoria dell’estensione.

Conclusioni

L’app per risparmiare denaro di Honey è una delle più popolari nel suo genere. Il servizio mira a trovare gli sconti migliori e più pertinenti per i suoi utenti. Dispone anche di un sistema di rimborso, in cui gli utenti possono recuperare parte dei soldi spesi per nuovi prodotti utilizzando Honey. Affinché Honey sia in grado di funzionare, deve raccogliere alcuni dati personali. Puoi scegliere di non condividere la maggior parte di questi dati, come e-mail, social media e altre informazioni sensibili. Per un utente normale, tuttavia, Honey utilizzerà i dati per adattare e personalizzare la tua esperienza di acquisto.

Per quanto riguarda la privacy, Honey non è la migliore estensione da utilizzare. Se vuoi restare anonimo online o semplicemente non desideri condividere le tue abitudini di acquisto con altri, ti consigliamo di evitare Honey. Tuttavia, per lo scopo per cui è stata progettata, questa estensione fa un buon lavoro. Non sembra contenere spyware e si attiva solo quando ti trovi su un sito web o un negozio online. Questa estensione non vende i tuoi dati ai marketeer (o ad altri del settore), ma svolge le attività di un marketeer stesso. Offrendoti un’esperienza personalizzata, cerca di farti comprare di più online, in modo che loro e i loro negozi partner possano trarne vantaggio. Sentiti libero di usare Honey, purché tu sia consapevole che questa azienda saprà molte cose su di te e sulle tue abitudini di acquisto online!

Analista della sicurezza informatica
David è analista della sicurezza informatica e uno dei fondatori di VPNOverview.com. Interessato al tema dell’identità digitale, con particolare attenzione al diritto alla privacy e alla protezione dei dati personali.

Altri articoli della ‘App’ sezione

Commenti
Invia un commento
Invia un commento