Privacy Tinder Featured Image Italian

Come gestire la tua privacy su Tinder

Ultima modifica: 18 Giugno 2020
Tempo di lettura: 11 minuti, 36 secondi

Tinder logo

Tinder è senza dubbio l’app di appuntamenti più popolare al mondo. Nata nel 2012, offre la possibilità di scorrere i profili degli utenti vicini a te, verso destra se sei vuoi dire “Sono interessato” o a sinistra se vuoi dire “Non sono interessato”. Si stima che l’app abbia circa 50 milioni di utenti attivi.

Gli appuntamenti online sono, per lo più, molto divertenti. Le app di incontri consentono agli utenti di conoscere gli altri comodamente da casa e da qualsiasi altro luogo. Ad ogni modo, ci sono vari rischi sulla privacy legati all’utilizzo di queste applicazioni e Tinder nello specifico. È sempre saggio tenerle d’occhio.

Questo articolo non ha lo scopo di provocare il panico o impedire alle persone di usare Tinder. Vogliamo, tuttavia, aiutarti a proteggerti nel miglior modo possibile da qualsiasi rischio per la tua privacy e per la tua sicurezza personale. Per garantire un utilizzo delle app di appuntamenti come Tinder sempre sicuro, privato e divertente, ti diremo tutto quello che devi sapere sui rischi e le precauzioni da prendere per proteggere la tua privacy su Tinder.

Quali sono i rischi sulla privacy dell’utilizzo di Tinder?

Questa sezione indica i rischi sulla privacy associati a Tinder.

Molti account Tinder sono collegati ad altri social media

Sul sito web di Tinder vedrai quasi immediatamente un pulsante che dice “Accedi con Facebook”. Molti premeranno questo pulsante, spesso perché registrarsi con Tinder tramite Facebook è considerato più facile e comodo. Tuttavia, questa opzione non si mescola al desiderio di molti che desiderano mantenere la loro vita amorosa e la loro vita di Tinder separata.

Quando accedi con Facebook, Tinder può accedere automaticamente ad alcune parti del tuo profilo Facebook: il tuo nome, la foto del profilo, la data di nascita, tutte le tue foto di Facebook, le pagine che ti piacciono e il tuo indirizzo e-mail.

Ovviamente, non è proprio rassicurante sapere che un’app che usi solo per cercare appuntamenti con persone che non conosci (ancora) ha accesso a tutte queste informazioni personali. Oggi puoi anche accedere a Tinder con il tuo account Google. Tuttavia, questo ovviamente comporta rischi simili. Il modo più sicuro e privato per iscriverti a Tinder è sicuramente quello di usare il tuo numero di cellulare, perché in questo modo sarà necessario il minor numero di dettagli personali.

Un’altra cosa che si vede spesso ultimamente su Tinder sono le persone che collegano il loro account Tinder a quello di Instagram. Di conseguenza, vedrai le loro foto di Instagram nella parte inferiore del loro profilo. Dal punto di vista della privacy, questa non è l’ideale. Per i principianti, dal momento che Tinder ha una vasta base di utenti, ciò significa che tonnellate di persone che non conosci potranno vedere le tue foto di Instagram.

Alcuni di voi potrebbero chiedersi perché questo sia considerato un problema. Bene, le persone che non hai mai visto né sentito possono usare le foto di Instagram sul tuo account Tinder per fare una ricerca ad immagini su Google. Facendo ciò, possono effettivamente trovare il tuo profilo Instagram e, ad esempio, potrebbero perseguitarti.

Quanto detto sopra vale ovviamente anche per altri account di social media: se usi immagini (di profilo) di altri account di social media su Tinder, gli utenti di Tinder che non conosci possono facilmente scoprire questi altri account. Naturalmente, questo non si applica solo alle immagini, ma può funzionare anche con le informazioni della tua biografia, ad esempio, come la combinazione del tuo nome e del tuo posto di lavoro o della palestra in cui vai.

Tinder conserva i tuoi dati personali

La politica sulla privacy di Tinder stabilisce che i tuoi dati potrebbero essere utilizzati per fini pubblicitari. Continua dicendo che “non aspettarti che le tue informazioni personali, le chat e le comunicazioni rimangano sempre sicure”. In pratica, questo si può tradurre in centinaia di pagine di dati.

Nel 2017, la giornalista francese Judith Deportail chiese a Tinder di rilasciare i suoi dati personali ed è rimasta scioccata quando Tinder le inviò 800 pagine di informazioni personali.

Il caso della Deportail non è insolito poiché Tinder ha effettivamente una grande quantità di dati su tutti i suoi utenti. I tipi di informazioni acquisite da Tinder includono la tua posizione, i Mi piace di Facebook, i link alle foto di Instagram (anche se l’account è stato eliminato), le conversazioni di Tinder con gli abbinamenti agli altri profili e il numero di amici che hai su Facebook.

È importante ricordare che quando chatti con qualcuno su Tinder, stai divulgando le tue informazioni all’app oltre alla persona con cui stai parlando.

Tinder e gli hacker possono vedere e controllare cosa fai e vedi

Un terzo rischio legato all’utilizzo di Tinder riguarda l’elevato grado di controllo che Tinder ha sui profili che puoi vedere. Anche questo riguarda i dati utente che hanno su di te. Tinder non ti mostra solo tutti i profili più vicini a te; non è l’unico fattore determinante. Piuttosto, l’algoritmo di Tinder memorizza le tue preferenze e ti mostra i profili in base ad esse.

Quanto sopra probabilmente ti dà una migliore esperienza di Tinder senza che tu nemmeno lo sappia. Tuttavia, ciò comporta anche alcuni rischi. Una ricerca effettuata dalla Checkmarx nel 2018 afferma che i criminali informatici potrebbero essere in grado di ottenere approfondimenti sul “comportamento su Tinder”. Quando si trovano sulla stessa rete in cui ti trovi tu, verrà richiesto loro di avere accesso alle informazioni sui profili che vedi e sulla tua “sequenza di scorrimento”.

Inoltre, si dice anche che gli hacker siano in grado di manipolare Tinder: possono infatti manipolare i profili che vedi.

I “Pericoli di Tinder” nella vita di tutti i giorni

Tinder è e rimarrà sempre un servizio di incontri online. Ciò significa che, indipendentemente da come utilizzi l’app, entrerai in contatto con estranei. Probabilmente non saprai assolutamente nulla di loro, quindi c’è sempre la possibilità che tu venga preso in giro. Anche se può sembrare inquietante, non è del tutto inaspettato.

Tuttavia, vogliamo informarti su altri pericoli che si nascondono su Tinder. Ciò non significa che l’app in sé sia pericolosa, ma che le persone abusino del social network offerto da Tinder. Per evitare di diventare vittima di queste persone, in questa sezione elencheremo alcuni dei rischi per la sicurezza su Tinder.

La ‘Guida contro gli Stalker di Tinder’

stalker in bushes

Su più forum e siti web, le persone parlano della “Guida contro gli stalker di Tinder”. Questa è una guida online che ti spiega esattamente come scoprire quante più informazioni possibili sul profilo con cui ti abbina Tinder.

In pochi minuti potrai trovare informazioni personali su oltre il 40% dei profili di Tinder tracciando, ad esempio, i loro account Twitter, Instagram o Facebook.

Questa guida sembra essere scomparsa da Internet, o almeno dall’internet di superficie, ma anche così spesso è molto facile, per gli estranei, trovare informazioni su di te. Le uniche cose di cui hanno bisogno sono la tua foto del profilo di Tinder e il tuo nome.

Con Google, potrebbero utilizzare una ricerca per immagini per accedere agli altri tuoi profili sui social media. Hai mostrato la città in cui vivi, il tuo lavoro o il tuo ristorante preferito? Allora chiunque abbia cattive intenzioni può usare queste informazioni per perseguitarti o ricattarti.

Alcuni utenti potrebbero voler scoprire qualcosa in più su di te prima di uscire insieme. In tal caso, devi chiederti se è bene che possano sapere ogni minimo dettaglio della tua vita privata senza il tuo permesso, semplicemente tramite Google.

Tinder e crimini (violenti)

Alcuni siti di notizie hanno intere raccolte di articoli sugli appuntamenti di Tinder andati nel peggiore dei modi. Nel 2017, l’americana Sydney Loofe è stata uccisa in un appuntamento avuto tramite Tinder. Un anno prima erano state trovate le ossa di una donna a Città del Messico. Era tutto ciò che era rimasto dopo che l’uomo che aveva incontrato su Tinder aveva gettato il suo corpo nell’acido cloridrico.

Ci sono innumerevoli altri esempi di persone che sono state vittime di omicidi o abusi attraverso Tinder. Sia uomini che donne corrono questo rischio. Molti incontri dal vivo tramite Tinder sono finiti male.

Questi tipi di crimini sono difficili da prevenire per Tinder, dal momento che nessuno di essi si verifica effettivamente sull’app stessa. Ecco perché è estremamente importante essere cauti quando si decide di incontrarsi con qualcuno. Puoi comunque cercare di ridurre la possibilità che ciò accada avvisando Tinder quando noti qualcosa di sospetto (ne parleremo più avanti)).

Problemi della Privacy in merito al “Tinder Passport”

Tinder Passport è una funzionalità relativamente nuova offerta da Tinder agli utenti Tinder Plus e Tinder Gold (versione a pagamento). Questa opzione ti consente di cambiare la tua posizione in quasi tutte le città del mondo. Ciò consente di scorrere i profili in un’area in cui non ci si trova davvero fisicamente, ad esempio per anticiparti prima di fare una vacanza.

Questa funzionalità comporta tuttavia alcuni rischi per la privacy. Immagina di essere in viaggio d’affari all’estero e il tuo partner sta usando Tinder Passport per controllarti. Il tuo partner potrebbe, ad esempio, utilizzare Tinder Passport per verificare se sei attivo su Tinder mentre sei all’estero. In teoria il tuo partner potrebbe persino creare un profilo Tinder falso per “testare” la tua lealtà.

Indipendentemente dalle implicazioni morali di coloro che tradiscono il proprio partner, per molti non sarà esattamente un pensiero rassicurante il fatto che Tinder possa essere usato per violare la loro privacy all’estero o fuori città, anche se si è dal proprio partner.

Come puoi proteggere la tua privacy e la tua sicurezza su Tinder?

Date tutte le possibili violazioni della privacy che possono verificarsi con Tinder, cosa puoi fare per proteggere la tua privacy? Esistono diversi passaggi che puoi adottare per nascondere la tua posizione e identità su Tinder. Ecco quelli più importanti:

Fai attenzione a cosa condividi online

È importante prendere in considerazione le conseguenze prima di pubblicare qualsiasi cosa online o nelle app di appuntamenti. Anche se non fornisci il tuo nome completo o le tue informazioni di contatto, gli utenti possono comunque identificarti con altri mezzi. Ad esempio, qualcuno su Tinder potrebbe fare una ricerca per immagini per vedere se la tua foto appare altrove online.

Se hai utilizzato Facebook per iscriverti su Tinder, qualcuno potrebbe facilmente trovare il tuo profilo Facebook poiché Tinder estrae l’immagine del tuo profilo da Facebook. Per proteggere la tua privacy, dovresti utilizzare un’immagine diversa per Tinder che non esiste altrove su Internet.

Dovresti anche evitare di mettere il nome del tuo posto di lavoro o della tua scuola su Facebook. Inoltre, evita di inserire link a Instagram o ad altri social media sul tuo profilo Tinder.

Usa un altro account Facebook per Tinder

Un modo diffuso per mantenere separato il profilo di Tinder da quello di Facebook è creando un account Facebook aggiuntivo che usi solo per Tinder. In questo modo puoi utilizzare l’altro tuo account Facebook per accedere a Tinder e avere un maggiore controllo sulla tua privacy.

Quando ti registri, usa un indirizzo e-mail temporaneo e un nickname per il tuo account Facebook. È anche utile caricare alcune tue foto che non esistono altrove online. Prendendo queste precauzioni, la gente su Tinder ti troverà con più difficoltà.

Questo potrebbe essere un buon modo per alcuni di beneficiare della facilità e della comodità dell’accesso con Facebook, proteggendo comunque la tua privacy.

Utilizza una VPN

Molte app di appuntamenti non sono abbastanza prudenti con i tuoi dati. Utilizzano connessioni non sicure, come il protocollo HTTP, per caricare le immagini. Questo li rende molto vulnerabili ad attachi man in the middle. Per assicurarti che i tuoi dati presenti nelle app di appuntamenti non finiscano nelle mani sbagliate puoi usare una VPN.

NordVPN
Promozione:
Solo 3,30 € al mese per un abbonamento di 2 anni
9.1
  • Eccellente protezione e vasta rete di server
  • App bella e piacevole
  • Non conservazione dei log
Visita NordVPN

Una VPN crea una connessione crittografata tra te e il server. In questo modo nessuno potrà vedere il tuo indirizzo IP e non sapranno mai cosa fai su app come Tinder. Una VPN può aiutarti a mantenere i tuoi dati davvero personali.

Per la comunità LGBTQ+: utilizza Traveler Alert

L’anno scorso Tinder ha rilasciato un aggiornamento che può aiutare a proteggere tutti i membri LGBTQ+ mentre usano l’app. Con la funzione Traveler Alert, l’app ti avvisa ogni volta che entri in un Paese o un’area che ha leggi contro le persone LGBTQ+.

Ogni volta che viaggi in un Paese del genere, Tinder ti invierà una notifica. Se mostri le tue preferenze sessuali nel tuo profilo, questo diventerà automaticamente invisibile fino a quando non lascerai tale area.

A parte questo, puoi disattivare l’opzione “Mostrami su Tinder” nelle impostazioni dell’app per maggiore sicurezza. Se lo fai, il tuo profilo non sarà più visibile a nessuno.

Segnalazione di comportamenti sospetti

Tinder cerca costantemente di rimuovere profili, criminali e bot finti dalla loro app. Puoi aiutarli segnalando qualsiasi comportamento sospetto che riscontri. Se segnali un account sospetto, il team di Tinder può indagare e rimuovere tale account. Questo può tenere più al sicuro te e gli altri utenti.

Ecco alcuni esempi di comportamenti che violano i termini di Tinder:

  • Utenti che chiedono denaro o donazioni
  • Utenti che chiedono foto
  • Minori che utilizzano l’app
  • Utenti che molestano altri utenti
  • Utenti che si comportano in modo inappropriato durante un appuntamento
  • Profili falsi
  • Spam, tentativo di vendere prodotti agli utenti

Se si riscontra uno dei comportamenti precedenti, è possibile contattare direttamente Tinder. Puoi anche bloccare gli utenti che ti molestano (selezionando “Unmatch”). In questo modo, è impossibile per loro contattarti tramite l’app.

Conclusioni

Sebbene Tinder e altre app di incontri siano estremamente popolari, rappresentano comunque un certo rischio per la privacy e la sicurezza.

La vulnerabilità legata all’app di Tinder può far sì che gli hacker spiino la tua attività o che altri utenti di Tinder risalgano alla tua posizione.

Inoltre, Tinder raccoglie i tuoi dati personali e anche la frequente integrazione dell’app con Facebook può comportare una violazione della tua privacy. Questi sono punti che ogni utente di Tinder dovrebbe prendere in considerazione. Sebbene Tinder possa accedere ai tuoi dati, prendendo alcune precauzioni puoi proteggere la tua privacy in una certa misura mentre utilizzi l’app di appuntamenti.

Come gestire la tua privacy su Tinder: domande frequenti

Se hai una domanda su come stare al sicuro e proteggere la tua privacy su Tinder, dai un’occhiata alle nostre FAQ di seguito!

Tinder è, a patto di prendere alcune precauzioni di sicurezza, generalmente sicuro da usare. Tuttavia, ci sono alcuni rischi di cui tenere conto, come le persone che trovano i tuoi altri account sui social media, la minaccia di stalking e il fatto che il tuo partner o altri ti controllano mentre sei all’estero. Se vuoi sapere tutto in merito a questi rischi e su come mitigarli, consulta il nostro articolo su come stare al sicuro su Tinder.

Sfortunatamente non c’è modo di garantire la tua privacy al 100% su Tinder. L’app conserva un’incredibile quantità di dati su tutti i suoi utenti. In base alla sua politica sulla privacy, può utilizzare queste informazioni per tutti i tipi di scopi, dalla pubblicità al miglioramento dell’app. Inoltre, Tinder può condividere le tue informazioni con altre società nella sua rete di “Match Group business”, composta da almeno 10 grandi aziende.

Questo potrebbe sembrare un po’ inquietante dal punto di vista della privacy. Fortunatamente, ci sono delle azioni che puoi intraprendere per migliorare la tua privacy su Tinder. Leggi tutto in merito a queste precauzioni nel nostro articolo sulla protezione della tua privacy su Tinder.

Ci sono alcune cose che puoi fare per proteggere la tua privacy su Tinder, come utilizzare immagini su Tinder che non sono presenti su nessuno dei tuoi altri social media, facendo attenzione a ciò che condividi e usando una VPN. Per proteggere la tua sicurezza e quella degli altri utenti, puoi segnalare account e comportamenti sospetti direttamente a Tinder. Inoltre, se fai parte della community LGBTQ+, non dimenticare di utilizzare la funzione “Traveler Alert”. Per ulteriori suggerimenti, leggi questo articolo.

Analista della sicurezza informatica
David è analista della sicurezza informatica e uno dei fondatori di VPNOverview.com. Interessato al tema dell’identità digitale, con particolare attenzione al diritto alla privacy e alla protezione dei dati personali.

Altri articoli della ‘App’ sezione

Commenti
Invia un commento
Invia un commento