ExpressVPN vs CyberGhost: chi vince la sfida?

ExpressVPN vs CyberGhost Featured Image New
Clicca qui per una sintesi di questo articolo
Confronto tra ExpressVPN e CyberGhost: una breve sintesi

Per semplificarti la scelta di una VPN, abbiamo confrontato tra loro due delle opzioni più popolari: ExpressVPN e CyberGhost. Le categorie che abbiamo utilizzato per valutare i due provider sono: velocità, sicurezza, privacy, prezzo, facilità d’uso e servizio clienti. Qui sotto puoi vedere il vincitore per ogni categoria:

  • Sicurezza: ExpressVPN
  • Velocità: Pari merito
  • Privacy: ExpressVPN
  • Prezzo: CyberGhost
  • Facilità d’uso: ExpressVPN
  • Servizio clienti: ExpressVPN

In tutte le categorie entrambi i provider sono una buona scelta; ma come puoi vedere dal nostro confronto, ExpressVPN è leggermente migliore.

Continua a leggere se vuoi sapere esattamente come siamo arrivati al nostro verdetto.

Per aiutarti a scegliere tra ExpressVPN e CyberGhost, mettiamo a confronto i due provider: qual è il migliore? In quali categorie spicca ExpressVPN come di consueto, e in quali invece si rivela migliore CyberGhost? Qui di seguito trovi il nostro confronto tra i due provider su: sicurezza, velocità, facilità d’uso, privacy policy (inclusa la conservazione dei log) e funzionalità. Illustreremo anche le caratteristiche specifiche di entrambe le VPN; ad esempio, la possibilità di accedere ai film del catalogo americano di Netflix o di utilizzare le VPN in paesi con regimi repressivi.

ExpressVPN vs CyberGhost: funzionalità, caratteristiche e opzioni aggiuntive

Ecco le caratteristiche di base di entrambi i provider:

Caratteristica ExpressVPN CyberGhost
Server 3000+ server in 94 paesi 6800+ server in 89 paesi
Supporto torrent/P2P
Netflix
Connessioni simultanee 5 7
Sistemi operativi Windows, Mac, iOS, Android, Linux Windows, Mac, iOS, Android, Linux
Protocolli OpenVPN, IKEv2/IPsec, L2TP/IPsec, Lightway (beta) OpenVPN, IKEv2/IPsec, WireGuard
Prezzo A partire da 5,68 € al mese A partire da 2 € al mese
Log policy No log No log
Garanzia soddisfatti o rimborsati 30 giorni 45 giorni
Test di tenuta DNS
Tor over VPN
Server offuscati
Doppia VPN
IP dedicati
Kill switch
Split tunneling
Adblocker
Server senza disco
Blocco di siti web dannosi
Opzione DNS personalizzati
Blocco tracker online
Reindirizzamento HTTPS automatico
Opzione di compressione dati
Link al sito Visita ExpressVPN Visita CyberGhost

Ecco una breve spiegazione di tutte le caratteristiche menzionate sopra:

  • Server: Mostra quanti server ha ogni provider VPN nella sua rete.
  • Supporto torrent/P2P: Specifica se ciascun provider VPN consente il traffico P2P sui propri server, ad esempio per scaricare torrent.
  • Netflix/Streaming: Indica se puoi accedere a Netflix, in particolare alla versione americana di Netflix, con ciascuna VPN.
  • Connessioni simultanee: Specifica quante connessioni VPN simultanee puoi avere per ogni abbonamento con ciascun provider VPN.
  • Sistema operativo: Indica con quale sistema operativo (o con quali sistemi operativi) la specifica VPN è compatibile.
  • Protocolli: Fornisce una lista di vari protocolli VPN. Questi sono i protocolli di crittografia utilizzati o supportati dal particolare provider.
  • Prezzo: Fornisce informazioni sul costo di abbonamento mensile più economico per ciascuna VPN.
  • Log policy: Specifica se un provider VPN conserva o meno i log. I log possono assumere molte forme, ma è importante che i provider VPN non conservino log di alcun tipo.
  • Garanzia soddisfatti o rimborsati: Indica il periodo entro il quale puoi richiedere il rimborso se hai sottoscritto un abbonamento. Il periodo può essere diverso se hai sottoscritto un abbonamento di un solo mese.
  • Test di tenuta DNS: Indica se lo specifico provider VPN include un test di tenuta DNS integrato. Il test può essere utilizzato per verificare se il tuo indirizzo IP lascia trapelare dei dati.
  • Tor over VPN: Specifica se ciascun provider VPN offre server speciali che funzionano bene con il browser Tor. Questo browser viene utilizzato per visitare il dark web.
  • Server offuscati: Indica se il provider VPN utilizza server offuscati. Si tratta di server che possono aggirare anche i blocchi VPN più estremi.
  • Doppia VPN: Indica se una VPN offre server con doppia VPN. In caso affermativo, puoi scegliere di connetterti a due server VPN contemporaneamente. Questo crea un doppio tunnel.
  • IP dedicati: Specifica se la particolare VPN offre indirizzi IP dedicati. Spesso è necessario pagare un extra per questo servizio.
  • Kill switch: Indica se la VPN ha un kill switch. Si tratta di una funzione di sicurezza che interrompe temporaneamente la connessione a internet nell’ipotesi di un malfunzionamento della VPN.
  • Split tunneling: Indica se hai la possibilità di specificare quale traffico deve passare attraverso la VPN.
  • Adblocker: Ti permette di determinare se una VPN ha un adblocker integrato.
  • Server senza disco: Indica se la specifica VPN utilizza server RAM senza disco. Si tratta di server che funzionano solo come un canale di passaggio e non come un disco rigido dove i dati possono essere memorizzati.
  • Blocco siti web dannosi: Consente di determinare se la VPN ha una funzione extra che blocca i siti web pericolosi.
  • Opzione DNS personalizzati: Indica se il provider VPN ti consente di impostare record DNS personalizzati.
  • Blocco tracker online: Ti consente di determinare se la VPN ha una funzione aggiuntiva integrata che blocca i tracker online.
  • Reindirizzamento HTTPS automatico: Indica se la VPN include una funzione che ti indirizza automaticamente alla versione HTTPS dei siti web invece che alla versione HTTP.
  • Opzione di compressione dati: Questa è un’opzione che comprime file di dati di grandi dimensioni per fornire un’esperienza di navigazione più veloce.

ExpressVPN vs CyberGhost: qual è il provider più Sicuro?

Per quanto riguarda la sicurezza, esaminiamo la crittografia utilizzata dai due provider, oltre ai protocolli e alle opzioni extra che questi offrono.

  • ExpressVPN ha OpenVPN con UDP o TCP. In aggiunta funziona con i protocolli IKEv2/IPsec, L2TP/IPsec e Lightway. Tuttavia, questi ultimi due protocolli non sono raccomandati per l’uso. L2TP è meno sicuro di OpenVPN e Lightway è ancora in fase di test. OpenVPN è molto sicuro e di conseguenza questo protocollo è considerato la scelta migliore. IKEv2 è un po’ una via di mezzo, quindi raccomandiamo di usare solo OpenVPN.
  • I protocolli offerti da CyberGhost sono praticamente gli stessi offerti da ExpressVPN, fatta eccezione per L2TP e per Wireguard al posto di Lightway.
  • Sia CyberGhost che ExpressVPN utilizzano la crittografia a 256 bit: il più alto livello di sicurezza secondo gli standard internazionali. Entrambi i provider hanno anche un kill switch, che interrompe automaticamente la connessione a internet nell’improbabile eventualità che la VPN smetta di funzionare. CyberGhost ha anche una serie di funzioni integrate nell’app che permettono di bloccare i siti web dannosi, il tracciamento online e i siti non sicuri. ExpressVPN non include queste funzionalità.
  • Per ogni abbonamento, CyberGhost mostra nella pagina degli account su quali dispositivi è stata installata la VPN. Questo permette di determinare su quali dispositivi la VPN è attiva. Purtroppo, non è una caratteristica positiva in fatto di sicurezza.

In conclusione, possiamo dire che sia ExpressVPN che CyberGhost offrono connessioni VPN molto sicure. Tuttavia, per quanto ci riguarda, vince ExpressVPN, perché non tiene traccia sulla pagina dell’account dei dispositivi su cui è installata la VPN.

La VPN più sicura: ExpressVPN

Confronto VPN banner vincitore sicurezza ExpressVPN


Velocità: quale VPN è più Veloce?

Per confrontare la velocità di queste due VPN, abbiamo eseguito degli speed test su entrambe. Tuttavia, prima abbiamo testato la nostra connessione internet senza una VPN per individuare la velocità di base. I risultati sono forniti nel seguente screenshot:

Speedtest senza VPN

Abbiamo quindi testato i server internazionali e locali appartenenti a ExpessVPN e a CyberGhost. I risultati sono riportati nella tabella sottostante, con le velocità più elevate inserite in grassetto.

Metrica di velocità ExpressVPN CyberGhost
Velocità di download server locale (Mbps) 322,38 441,67
Velocità di upload server locale (in Mbps) 171,11 214,62
Ping server locale 8 ms 4 ms
Velocità di download server internazionale (in Mbps) 139,68 122,07
Velocità di upload server internazionale (in Mbps) 26,97 17,30
Ping server internazionale 114 ms 78 ms

I risultati dei test mostrano che durante l’uso quotidiano entrambi i provider funzionano perfettamente. Pertanto, la probabilità che si verifichino problemi relativi alla velocità di internet con queste VPN è minima. Entrambe queste VPN sono una buona scelta anche se scarichi file o vedi programmi in streaming in modo intensivo. Poiché le rispettive velocità sono più che sufficienti a fornire condizioni di utilizzo eccellenti, assegniamo un uguale punteggio a entrambi i provider.

Vincitore per la velocità: Pari merito

Confronto VPN Velocità pari merito ExpressVPN e CyberGhost


Privacy: quali informazioni sugli utenti raccolgono ExpressVPN e CyberGhost?

Oltre alla velocità e alla sicurezza, conta molto anche il modo in cui vengono gestiti i dati degli utenti. Se un provider conserva i log, a prescindere dal suo livello di sicurezza, tu non sei più anonimo online. Come si comportano al riguardo questi due provider?

ExpressVPN

  • ExpressVPN non conserva i log. Di fatto, come per tutti gli altri provider, è impossibile dimostrare se realmente ExpressVPN mantenga fede a questo impegno. A ogni modo, nel suo lungo passato, non si è verificato nulla che dimostri il contrario.
  • Per di più la VPN utilizza i TrustedServer, cioè server su cui è impossibile memorizzare dati in modo permanente. Dunque, anche se ExpressVPN volesse conservare i log, i TrustedServers lo renderebbero impossibile.

CyberGhost

  • Come ExpressVPN, CyberGhost non conserva alcun log. Tuttavia, il provider VPN memorizza dati anonimi, che impiega per migliorare il suo servizio. Ciò include, ad esempio, i dati relativi agli accessi a CyberGhost, per verificare gli orari in cui i server sono più affollati. Secondo CyberGhost, queste informazioni vengono cancellate dopo 24 ore. Altri dati, che vengono conservati per un mese, vengono cancellati dopo la fine del mese. Inoltre, CyberGhost non sembra raccogliere dati relativi al traffico dati, agli indirizzi IP o agli orari in cui determinate azioni vengono eseguite dagli utenti.
  • Periodicamente, CyberGhost pubblica un “report di trasparenza”. Si tratta di un report che fornisce approfondimenti sulla frequenza con cui la VPN riceve richieste di accesso ai dati personali degli utenti. Le autorità preposte alla protezione del diritto d’autore, ad esempio, possono richiedere dati appartenenti a chi ha effettuato i download.
  • Il report mostra che CyberGhost non aderisce alle richieste di dati di terze parti. Ignora persino le richieste degli enti governativi. Di conseguenza, CyberGhost gode di una buona reputazione anche per quanto riguarda la privacy.

Sia ExpressVPN che CyberGhost dispongono di privacy policy adeguate. Tuttavia, ExpressVPN memorizza meno dati rispetto a CyberGhost.

Vincitore per la privacy: ExpressVPN

ExpressVPN e CyberGhost: confronto sulla privacy


ExpressVPN o CyberGhost: qual è la VPN più economica?

La seguente tabella fornisce una panoramica dei costi di abbonamento (mensili) di ExpressVPN e CyberGhost. Come puoi vedere, gli abbonamenti di CyberGhost sono generalmente più economici rispetto a quelli di ExpressVPN.

Abbonamento ExpressVPN CyberGhost
1 mese 11,03 € 11,99 €
6 mesi 8,51 €
1 anno 3,75 €
1 anno + 3 mesi 5,68 €
2 anni 3,19 €
3 anni + 3 mesi 2 €

Nota: Facciamo il possibile per mantenere aggiornati questi prezzi, ma è sempre una buona idea visitare il sito web del provider VPN per conoscere gli importi più aggiornati.

Il vincitore per il prezzo: CyberGhost

CyberGhost provider VPN vincitore per il prezzo


Facilità d’uso: installazione e aspetto

Dalle nostre precedenti recensioni di CyberGhost ed ExpressVPN emerge che entrambi i provider hanno trovato un buon equilibrio tra usabilità e numero di opzioni fornite agli utenti. Inoltre, i siti web e i software di entrambi i provider sono molto chiari. Di seguito parleremo di alcuni aspetti in modo più dettagliato.

Le schermate iniziali del software dei due provider sono quasi identiche. Tuttavia lo schema di colori di ExpressVPN, prevalentemente bianco, è più tranquillo per gli occhi rispetto al giallo e nero di CyberGhost. Entrambe le app mostrano un grande pulsante per attivare la connessione e includono una serie di opzioni aggiuntive, accessibili attraverso le impostazioni. Tuttavia, CyberGhost è vincolata alla barra delle applicazioni mentre ExpressVPN ti mostra immediatamente gli ultimi tre server con cui ti sei connesso di recente. Per questo troviamo che ExpressVPN sia più facile da usare.

Di seguito sono riportate alcune schermate dei software di ExpressVPN e CyberGhost.

Screenshot del Software di ExpressVPN e CyberGhost

Processo d’installazione

Quando testiamo un’applicazione VPN, naturalmente guardiamo anche al processo di installazione. I metodi di installazione di ExpressVPN e CyberGhost sono quasi identici. Il processo di installazione per entrambi è abbastanza semplice: inizi con la creazione di un account, poi scarichi il software, lo installi ed effettui il login con l’account appena creato.

Per quanto riguarda il processo di installazione, non riusciamo a trovare una differenza sostanziale tra ExpressVPN e CyberGhost. Se desideri informazioni più approfondite riguardo il funzionamento del processo di installazione, consulta le nostre recensioni su ExpressVPN e CyberGhost.

Vincitore per la facilità d’uso: ExpressVPN

Confronto VPN Vincitore Facilità d'uso ExpressVPN


Servizio clienti: come sono assistiti gli utenti?

  • Riguardo il servizio clienti di ExpressVPN, possiamo esprimere una valutazione concisa e positiva. Nella live chat, ci ha risposto direttamente un operatore e non un bot. Inoltre, non siamo stati rimandati a un articolo o a un qualsiasi altro link. Le informazioni sono state fornite interamente dall’addetto all’assistenza.
  • La live chat di CyberGhost è stata molto reattiva e precisa. In sostanza, CyberGhost fornisce un servizio eccellente, se non fosse che il servizio clienti e le pagine di supporto non sembrano allinearsi. Quando abbiamo chiesto a un dipendente quali protocolli fossero supportati da CyberGhost, siamo stati informati che anche loro supportano WireGuard. Purtroppo però, queste informazioni non si trovavano da nessuna parte nelle pagine di assistenza di CyberGhost. Quindi il servizio è un po’ impreciso; ma l’impiegato ha promesso che il problema sarebbe stato affrontato dall’azienda. Tuttavia, una conversazione in un secondo momento con un altro agente di supporto ha chiarito che WireGuard non sarà disponibile per CyberGhost fino al rilascio della nuova versione del software. Di conseguenza, ci sembra chiaro che ExpressVPN ha un servizio clienti migliore.
  • Sul sito web di ExpressVPN puoi trovare una risposta alla tua domanda nel 99% dei casi. A volte devi cliccare un po’ avanti e indietro per trovare la categoria giusta, ma alla fine sono presenti tutte le informazioni. Tuttavia, abbiamo trovato un po’ strano che sia necessario scorrere fino in fondo alla pagina che spiega cos’è una VPN per trovare informazioni sui protocolli.
  • Per quanto riguarda CyberGhost, il sito web è un po’ più snello di quello di ExpressVPN, ma quasi tutte le informazioni sono presentate come domande frequenti. In linea di principio, l’idea è: se hai una domanda, puoi trovare subito la risposta. All’atto pratico però, questo rende un po’ difficile la ricerca di risposte a determinati argomenti tramite la navigazione.
  • Inoltre, siamo perplessi sulla decisione di CyberGhost di suddividere la documentazione in tre sezioni: “Guide”, “Risoluzione dei problemi” e “Informazioni generali”. Infatti non è molto chiaro in quale sezione si debbano cercare le informazioni. Ci vuole molto più tempo per trovare gli articoli o gli argomenti richiesti. Di conseguenza, attribuiamo la vittoria per questa categoria a ExpressVPN.

Vincitore per il servizio clienti: ExpressVPN

Confronto VPN Vincitore Servizio Clienti ExpressVPN


In conclusione, qual è la migliore VPN per i vari utilizzi?

Com’è evidente, sia ExpressVPN che CyberGhost offrono in modo semplice e sicuro agli utenti l’anonimato online richiesto. Tuttavia uno dei due provider VPN garantisce alcuni vantaggi che l’altro non offre.

Ecco un elenco che indica quale provider si colloca al primo posto in ogni categoria:

  • Sicurezza: ExpressVPN
  • Velocità: Pari merito
  • Privacy: ExpressVPN
  • Prezzo: CyberGhost
  • Facilità d’uso: ExpressVPN
  • Servizio clienti: ExpressVPN

Per quanto ci riguarda, ExpressVPN rimane ad oggi il provider VPN numero uno che abbiamo testato. L’elenco qui sopra mostra inoltre che ExpressVPN vince in più categorie rispetto a CyberGhost, e non viceversa.

CyberGhost è una buona scelta per alcuni clienti, in quanto include diverse funzioni in cui offre davvero un vantaggio. Per gli utenti VPN che vogliono per lo più utilizzare streaming e torrent, ad esempio, i server dedicati di CyberGhost sono altamente raccomandati. Sei interessato a uno di questi due provider? Allora clicca sul pulsante opportuno qui sotto.

ExpressVPN
La nostra scelta
La nostra scelta
Promozione:
3 mesi gratis con un abbonamento di un anno
A partire da
€5,68
9.5
  • VPN super veloce e semplice
  • Perfetta per navigazione anonima, download e streaming
  • 3000+ server in 94 paesi
Visita ExpressVPN
CyberGhost
Promozione:
Prova Cyberghost a 2 € al mese!
A partire da
€2.00
8.8
  • Estrema facilità d’uso
  • Alta qualità a un prezzo basso
  • Possibili sia torrent che Netflix
Visita CyberGhost

Consulta gli altri nostri articoli di confronto tra le VPN per scoprire qual è il provider più adatto a te.

Giornalista di tecnologia
Ronella è da sempre attenta a come possiamo rendere la nostra società digitale il più sicura possibile. Il grande sviluppo della tecnologia informatica ci pone sempre di fronte a nuovi problemi di sicurezza. Perciò Ronella desidera creare più consapevolezza sul tema della sicurezza informatica e sensibilizzare gli utenti su rischi e insidie della rete.